Ominide 11270 punti

Trentino Alto Adige – L’uomo e l’ambiente

Amministrazione e popolazione: Il Trentino-Alto Adige comprende due sub-regioni fra loro molto diverse: l’ Alto Adige e il Trentino. La prima è abitata prevalentemente da una etnia di lingua e cultura tedesche. La seconda è abitata da popolazioni di lingua e cultura italiane. Il Trentino-Alto Adige è una regione autonoma a statuto speciale. È diviso in 2 province (Trento e Bolzano) e in 339 comuni. La popolazione è distribuita omogeneamente nelle due province di Trento e di Bolzano. I trentini e gli altoatesini hanno un buon tenore di vita, lo documentano tutti i dati statistici a nostra disposizione. Facciamo qualche esempio: il reddito annuo per abitante è fra i più elevati del nostro paese; l’amministrazione pubblica è efficiente e articolata, grazie ai benefici derivanti dall’autonomia di cui godono le province, l’ambiente salubre e il tasso di criminalità basso.

Bolzano: (97.924). È situata al centro di un’ampia conca sulle rive dell’Isarco. Fondata dai Romani, nel Medioevo divenne un florido centro commerciale distinguendosi per il commercio con i popoli di lingua tedesca. Divenuta dominio dei conti del Tirolo, ebbe inizio il processo di diffusione della cultura tedesca. La città presenta un austero aspetto gotico.
I monumenti più importanti sono il duomo del Duecento con il caratteristico tetto a lastre colorate, il campanile con cuspide traforata e la chiesa di S. Giovanni. Bolzano è una città bilingue (tedesca e italiana), in cui la convivenza tra gruppi etnici diversi causa profondi contrasti. Attualmente è la città più industrializzata della regione.
Trento: (103.063). Sorge in una conca situata sulla riva sinistra dell’Adige. Fu fondata probabilmente dai Galli. Trento è famosa perché fra il 1545 e il 1563 vi fu celebrato un famoso Concilio che aveva il compito di ristabilire alcune delle basi della dottrina cattolica messe in discussione dalla riforma protestante. Prese parte con fervore ai moti che portarono alla prima guerra mondiale, terminata la quale riuscì finalmente ad affrancarsi dall’Austria. La città ha un volto rinascimentale, ma conserva anche monumenti di epoca medievale come Castelvecchio del XIII secolo e il duomo dei maestri Comacini. Al Rinascimento risalgono invece la chiesa di S. Maria Maggiore, il castello del Buon Consiglio e il palazzo delle Albere. Oggi Trento è un fiorente centro commerciale e industriale, ma è anche un importante polo culturale: è sede infatti di un famoso ateneo.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove