Ominide 8039 punti

Risorse ed economia del Brasile

Il Brasile è ricco di risorse naturali infatti è il Paese più sviluppato dell'America Meridionale anche se è ancora molto segnato dalla dipendenza dall'Europa e dagli Stati Uniti.
In passato la sua economia era caratterizzata da una produzione ciclica e intensiva di alcuni prodotti: nell'epoca coloniale, i legni e la canna da zucchero. In epoca più recente il caucciù e il caffè. Oggi invece è un Paese anche molto industrializzato.
Il settore primario occupa circa il 21 % della popolazione anche se solo il 7,7 % del terreno viene coltivato. Il Brasile è il principale produttore al mondo di caffè ( coltivato sugli altipiani intorno a Sào PPaulo), di zucchero e di agrumi. Sono molto importanti le piantagioni di cacao , oltre alle coltivazioni di mais e quelle di tabacco.
Il Brasile è al primo posto nel mondo per la produzione di manganese, secondo per quella di ferro e al terzo per quella di bauxite; è ricco di giacimenti di petrolio, uranio, nichel, cromo e fosfato ma anche l'oro e i diamanti. Sono presenti industrie siderurgiche, metallurgiche, chimiche e petrolchimiche e sono sviluppati il settore meccanico e automobilistico. La principale area industriale è all'interno del triangolo Sào Paulo-Rio de Janeiro-Belo Horizonte.

Le vie di comunicazione sono sviluppate lungo le coste ma insufficienti all'interno. La rete ferroviaria è poco estesa e il trasporto aereo sta assumendo sempre più importanza mentre sono fondamentali le vie fluviali. Il turismo è molto importante soprattutto sulle località della costa.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email