Ominide 13147 punti

Passeggiare per le strade e le piazze di Praga (Praha, in lingua ceca) è come attraversare le sale di un raffinato museo degli stili architettonici. Gli edifici più antichi si ispirano allo stile romanico. In seguito, sotto l'imperatore Carlo IV (1316 - 1378), che fece di Praga la splendida capitale, ornandola con la cattedrale di San Vito e con una delle prime Università d'Europa, fiorirono le costruzioni gotiche, con le guglie, Ie torri e i campanili slanciati verso il cielo. La possente torre, con i suoi pinnacoli, sembra montare la guardia al ponte di Carlo IV, costruito nel 1347 sul fiume che attraversa la città: la Moldova. Il ponte è ornato da statue e dai caratteristici lampioni di bronzo. Qualche secolo dopo artisti barocchi impreziosirono le strade con maestose statue. La Praga più intima raccolta si ritrova nei caratteristici café, come i tanti locali che si aprono nella centrale piazza San Venceslao, in palazzi dalle facciate liberty. Punti d'incontro di letterati, poeti e musicisti, ancora oggi sono veri e propri salotti cittadini, dove ci si incontra per discutere, meditare e ripensare ai bei tempi andati. Il popolo ceco ha la musica nel sangue, nel teatro Tyl di Praga ebbe luogo la prima del capolavoro di W. A. Mozart, il Don Giovanni (1787). Il coro della filarmonica praghese è tra i più famosi d'Europa.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email