Erectus 4209 punti

Le piogge acide


Le piogge acide sono causate da alcuni gas derivati dalla combustione del carbone o del petrolio, compreso i relativi derivati di quest’ultimo. Negli ultimi anni l’aumento esponenziale dell’industrializzazione ha prodotto un’enorme necessità di tali combustibili, provocando così un incremento dei gas prodotti dalla combustione.
I gas responsabili delle piogge acide sono:
1. anidride solforosa
2. ossidi di azoto
3. anidride carbonica
Man mano che salgono verso l’atmosfera, queste sostanze subiscono delle trasformazioni chimiche, reagiscono con l’acqua che si trova nell’aria e formano acido solforico, acido nitrico, ed acido carbonico. Questi acidi si sciolgono nella pioggia e la rendono acida. Per esempio l’anidride solforosa, prima si combina con l’ossigeno e si trasforma in anidride solforica, che, successivamente si combina con l’acqua e si trasforma in acido solforico.
Le conseguenze delle piogge acide sono dannose per la natura e per tutto l’ambiente in generale.
Infatti, cadendo sul suolo, le piogge acide modificano i sali che le piante assorbono e disturbano l’azione di decomposizione ad opera dei decompositori microscopici presenti nel terreno.
I gas, e soprattutto l’anidride solforosa, penetrano attraverso le foglie, sono assorbiti dalle cellule e la clorofilla viene distrutta. Questo spiega perché negli ultimi anni le grandi foreste canadesi o scandinave sono state colpite da un vasto processo di defoliazione (= perdita di foglie).
Le piogge acide alterano anche la composizione delle acque presenti nei laghi con evidente danno nei confronti degli animali vertebrati e invertebrati. I primi animali a scomparire sono i girini a cui è sufficiente una PH leggermente acido. Ma scompaiono anche trote, molluschi e crostacei. In tal modo la fauna si impoverisce sempre più: gli unici animali che riescono a resistere anche con PH molto acido sono alcuni insetti e gli organismi dello zooplancton. Le piogge acide hanno il loro effetto distruggente anche nei confronti dei monumenti che magari sono rimasti intatti per molti secoli. In tal caso il procedimento è il seguente: le piogge acide attaccano la pietra calcarea con cui sono stati costruiti i monumenti. Poiché la pietra calcarea è formata da carbonato di calcio (CaCO3), essa reagisce in presenza dell’acido solforico (H2SO4), trasportato dalle piogge acide.
Come si vede l’impatto delle piogge acide sul nostro ambiente non è da sottovalutare ed è urgente prendere misure in merito.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove