Ominide 11289 punti

Il Parco del Monte Conero


Ambiente: Il parco del Monte Conero è situato a Sud di Ancona, si sviluppa su un’area di circa 8500 ettari e comprende il Promontorio di origine calcarea del Monte Conero che costituisce la massima elevazione del parco (m.572). il territorio digrada dolcemente verso l’intero, si presenta, al contrario, ripido nella parte che si affaccia sull’Adriatico, ricco di salti rocciosi e di piccole grotte. Dal mare affiorano piccoli scogli, i più famosi sono quelli detti delle Due Sorelle.
Vegetazione: Il Monte Conero è coperto da vegetazione sempreverde composta da macchia mediterranea formata in prevalenza da leccio, viburno, rosmarino, alloro, lentisco, corbezzolo, mirto e pungitopo. Questo tipo di vegetazione si è particolarmente conservato sul versante orientale del Promontorio, dove è stato più debole l’intervento dell’uomo. La vegetazione marina comprende numerosi tipi di alghe fra cui alcune endemiche, cioè esclusive della zona.
Fauna: i sono mammiferi di grandi dimensioni, si trovano in abbondanza, però, alcuni mammiferi minori tra cui la lepre, il riccio, il tasso, la volpe, la puzzola e la donnola. Tra gli uccelli rapaci spiccano quelli dalle abitudini notturne come gufi, allocchi, civette e barbagianni. L’avifauna comprende, inoltre, gruccioni, falchi pellegrini, gabbiani e altri uccelli di mare. In autunno sostano nel parco stormi di uccelli migratori provenienti dai Balcani e diretti nel Mediterraneo meridionale. Tra la fauna marina vanno ricordati dentici, orate, saraghi, ostriche, polpi e datteri di mare.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze