Ominide 11268 punti

Il Parco dell’Etna


Ambiente: il parco dell’Etna si trova in provincia di Catania e si affaccia sulla costa ionica. Ha una superficie di circa 50.000 ettari ed è stato istituito dalla regione Sicilia nel 1987. è composto dal poderoso massiccio dell’Etna che raggiunge i 3342 metri di altezza ed è il più alto vulcano in attività d’Italia e d’Europa. La sommità del parco viene continuamente modificata dalle continue eruzioni laviche del vulcano. Tra gli ambienti offerti dal parco straordinaria risulta la valle del Bove dove si possono ammirare i “dicchi”, cioè torrioni di lava solidificata, e le grotte laviche.
Vegetazione: Dal livello del mare fino a circa 500 metri di altezza la vegetazione spontanea è prevalentemente formata da olivi e carrubi sul versante ionico. Oltre i 500 metri e fin verso i 1000 metri si estendono boschi di leccio e macchia mediterranea, in parte sostituiti da uliveti. Oltre i 1000 metri e fino ai 1500 metri si trovano querceti, castagneti e viti. Oltre i 1500 metri allignano in successione pino laricio, faggio e betulla. Sopra il limite della vegetazione arborea si estendono arbusti spinosi.
Nella parte più elevata del parco manca quasi completamente la vegetazione. Parlando dell’area etnea non si può dimenticare un accenno a un vero e proprio monumento della natura: il Castagno del cento cavalli situato presso Sant’Alfio sulle pendici orientali del vulcano. Si tratta di una pianta secolare straordinaria la cui base, ora frammentata e interrotta, misura ben 60 metri di perimetro. Numerose sono le specie endemiche del parco; ne citiamo alcune: la betulla dell’Etna, lo spino santo siculo, il senecio etneo, la ginestra etnea, sulle lave crescono piante pioniere: muschi e licheni.
Fauna: A causa delle vicende geologiche e della forte attività venatoria la fauna si è molto ridotta. Di un certo rilievo è la presenza della coturnice sicula, del coniglio selvatico, della capra selvatica frutto di un incrocio tra capra e stambecco, del codirosso e, fra i rettili, del colubro leopardiano. Tra gli insetti spicca la farfalla aurora di Sicilia.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove