Sapiens Sapiens 13859 punti

Demografia: la natalità

La tendenza di una popolazione a crescere o a decrescere, innanzitutto deriva dalla differenza fra il numero delle nascite e quello dei decessi, chiamato anche movimento naturale della popolazione. A questo dato occorre aggiungere il movimento migratorio, cioè la differenza fra l’immigrazione e l’emigrazione. Il tasso di natalità, per un paese o una regione è dato dal numero annuale delle nascite rapportato a 1000 abitanti. Nei secoli scorsi il tasso di natalità era piuttosto elevato ovunque e generalmente sfiorava o superava il 40/1000. Nei paesi più evoluti ed industrializzati, invece, esso ha tendenza a diminuire a tal punto che in alcuni casi gli Stati intervengono con misure fiscali od altro atte a favorire l’incremento delle nascite. Molto spesso è fra le popolazioni più povere che troviamo il tasso di natalità più elevato (cfr. Angola e Niger che arrivano al 44/1000, da dati risalenti al gennaio 2018).
La limitazione delle nascite è un aspetto delle civiltà più progredite che hanno un livello di vita generale abbastanza elevato ed è proprio in questi casi che la natalità è molto più debole. Infatti, quando due gruppi umani diversi coabitano nello stesso paese, le statistiche ci confermano che nel gruppo più progredito il tasso di natalità è inferiore. In alcuni paesi i tassi di natalità variano rapidamente in un senso o nell’altro. In Francia, per esempio il recente aumento è dovuto all’applicazione di una legislazione particolarmente favorevole alle famiglia che invece in Italia, pur trovandosi con un saldo demografico vicino allo 0 non si ha. Al contrario esistono paesi che, essendo troppo popolati, ha cercato di limitare le nascite. E’ il caso della Cina che qualche anno impose l’obbligo del figlio unico, normativa che ora è stata rivista. Tuttavia, si può constatare che la diminuzione volontaria della natalità e non coercitiva come in Cina, può essere realizzata solo nei paesi che hanno raggiunto un certo progresso economico e sociale. Prendiamo come esempio l’ India in cui malgrado gli sforzi di propaganda e volti ad educare le coppie, la politica del controllo delle nascite non ha dato risultati significativi negli ultimi dieci anni.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Correlati Spagna
Registrati via email