Ominide 11267 punti

Macedonia – L’uomo e l’ambiente


Una regione ancor più vasta della Macedonia attuale, già compresa nell’Impero romano, venne popolata tra la fine del VI e l’inizio del VII secolo da genti slave, di cui gli odierni Macedoni possono essere considerati i discendenti. A partire dalla seconda metà del IX secolo si alternarono le dominazioni bulgara, bizantina e serba, con l’unico breve intervallo dell’impero di Samuilo (976-1014), che ebbe il proprio centro ad Ocrida. La dominazione turca, il cui inizio si può collegare con la sconfitta del 1371, subita dai feudatari serbi sul fiume Marica, si protrasse fino al 1912. oggetto di forti discordie fra gli stati balcanici, la Macedonia fu smembrata nel 1913 e il suo territorio venne diviso fra Bulgaria, Serbia e Grecia. Nel 1918 la parte serba fu inclusa nel regno iugoslavo e nel 1945 divenne una delle repubbliche della federazione socialista iugoslava. Nel 1991 questa repubblica, col tacito consenso della Federazione Iugoslava, ha dichiarato la propria indipendenza ed è stata riconosciuta dalla comunità internazionale, nonostante la fiera opposizione della Grecia che non accetta l’usurpazione di un nome e di una tradizione storico-culturale esclusivamente ellenica. Secondo l’ultimo censimento (1995), contestato dall’etnia albanese, la popolazione sarebbe composta per il 66,5% da Macedoni, per il 22,9% da Albanesi, per il 4% da Turchi, per il 2,3% da zingari Rom, per il 2% da Serbi.
La popolazione non è distribuita omogeneamente sul territorio, infatti oltre 1/5 degli abitanti è concentrato nella capitale. La maggioranza della popolazione professa la religione ortodossa, ma fra gli albanesi prevale la religione musulmana.
Skopje: (563.301). Capitale della nazione, sorge sul Vadar. Città di origini molto antiche, vide irrimediabilmente compromesso il suo patrimonio artistico da un disastroso terremoto nel 1963. si distingue come centro industriale e commerciale.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove