Ominide 8039 punti

Demografia e modelli urbani, popoli e culture- Islanda

L'Islanda registra la più più bassa densità demografica d'Europa. Il Dato relativo all'incremento natura è comunque elevato, soprattutto se si considera che siamo in uno Stato nordico, scarsamente dotato di risorse agricole e minerarie. La maggior concentrazione di abitanti si ha lungo la fascia costiera pianeggiante, in particolare quella meridionale.
Reykjavik è la capitale ed è situata sulla costa occidentale, all'interno di una vasta insenatura che la protegge dalle mareggiate. E' il solo insediamento di un certo rilievo e accoglie circa il 40% dell'intera popolazione dell'isola; gli altri centri di rado superano i 5000 abitanti. Le case, in genere, sono variopinte e allegre, sovente rivestite esternamente in lamiera per proteggere i muri dalle intemperie; spesso non hanno persiane alle finestre: forse perchè in inverno le ore di buio sono già molte, o forse perchè in estate è bene fare una buona "scorta" di luce e calore.

La posizione geografica del Paese unita all'asprezza del territorio ha creato in Islanda una cultura indipendente, che si è sviluppata senza legami con la terraferma sin dall'epoca medievale, sin da quando, cioè si insediarono in questi luoghi i primi abitanti. La tradizione letteraria è dominata dalle saghe, racconti in bottiglie, lotte tra eroi, tramandate dal Medioevo fino ai nostri giorni. La lettura è una delle attività più diffuse e non è un caso che l'isola sia il luogo di nascita di Halldor Laxness, lo scrittore che ricevette nel 1995 il premio Nobel per la letteratura.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email