La geografia dell'economia mondiale

Con l'espressione <<sviluppo di un Paese>> si intendono due condizioni:
- la crescita economica, cioè la capacità di aumentare la produzione di beni e servizi e la loro distribuzione fra gli abitanti, consentendo un reddito crescente;
- le condizioni di vita della popolazione misurate anche dal livello di istruzione e dal punto di vista della qualità della vita.
Esiste un enorme divario nello sviluppo dei Paesi del mondo. Generalmente si distingue fra Paesi a sviluppo avanzato (PSA) e Paesi in via di sviluppo (PSV).
In passato si parlava di un <<Primo Mondo>> industrializzato e ricco, di un <<Secondo Mondo>>, quello dei Paesi socialisti, come l'Unione Sovietica, la cui economia era completamente regolata dallo Stato, di un <<Terzo Mondo>>, quello dei Paesi poveri, che pur disponendo di materie prime non le sfruttavano direttamente e di un <<Quarto Mondo>> comprendente i Paesi poveri privi di materie prime.

Oggi si usano comunemente i termini Nord e Sud del mondo. La maggior parte dei Paesi a sviluppo avanzato costituita da quelli industrializzati è nell'Emisfero settentrionale, mentre gran parte dei Paesi in via di sviluppo è nell'EMisfero meridionale.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email