Ominide 14612 punti

Genova: Le industrie, commercio e comunicazioni

Più dell’agricoltura impiega mano d’opera l’industria, con i suoi stabilimenti siderurgici e i cantieri navali, che possono ricevere facilmente, via mare, le materie prime occorrenti alla loro produzione (rottami di ferro, combustibili ecc.). l’attività mineraria, infatti, è limitata all’estrazione di piccoli quantitativi di manganese e, in misura maggiore, di marmi a Portovenere, a Lévanto, a Pietra lavezzara, e di ardesia a Lavagna. I maggiori complessi industriali si trovano perciò dislocati lungo la costa da Genova a Savona e lungo la valle della Polcevera. Anche a La Spezia sorgono industrie importanti, in gran parte connesse con le attrezzature della base navale. Sviluppate sono le industrie chimiche, tra cui primeggiano quelle di materiale fotografico (Ferrania), e le tessili (velluti di Zoagli). In parecchie località, come Imperia, Albenga, Savona, prosperano industrie alimentari (oleifici, fabbriche di conserve e di marmellate). Produzioni tipiche dell’artigianato ligure sono i merletti di Portofino e le ceramiche di Albisola. Molto sviluppata è infine l’industria alberghiera e turistica: per la bellezza del panorama e l’aria tiepida anche nella stagione invernale, la Liguria assorbe circa il 10% del movimento turistico italiano. Bordighera, San Remo, Alassio, Varazze, Nervi, Santa Margherita, Rapallo, Sesti Levante sono tra i centri più attrezzati. Il commercio raggiunge in Liguria un aspetto particolarmente vistoso; città e villaggi abbondano di negozi e di fondachi, strade e porti brulicano di traffici, soprattutto i porti di Genova, La Spezia e Savona, che sono in continuo rapporto di scambio con i maggiori scali mediterranei e oceanici. Al porto di Genova fanno capo moltissime linee di navigazione italiane ed estere, che allacciano l’Italia ai più lontani paesi; ad esso converge, attraverso gli Appennini, il traffico dell’Italia Settentrionale e parte di quello della Svizzera. Le principali vie di comunicazione sono la ferrovia litoranea e la Via Aurelia, le strade transalpine (Colle di Nava) e trans appenniniche (passi di Cadibona, del Turchino, dei Giovi, della Scofféra e di Cento Croci).
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Barletta - Industrie, commercio e comunicazioni