sese98 di sese98
Sapiens 895 punti

Falde acquifere

Il sottosuolo spesso è costituito da sabbie o rocce porose e fratturate. In questi l'acqua proveniente dalle precipitazioni si infiltra progressivamente lungo le fratture, arrivando in profondità. Permeabile è il termine con cui è indicata una roccia che permette la circolazione dell'acqua al loro interno, poiché dotata di pori o fessure(ad esempio i calcari fratturati). Al contrario, sono detti impermeabili i materiali che non ne permettono la circolazione. L'acqua penetrata nelle rocce continua a muoversi fino a quando non trova una strato impermeabile, il quale la costringe ad accumularsi nelle rocce porose. La zona occupata dalle acque sotterranee prende il nome di falda acquifera. Lo spessore delle falde può variare da 10 a 100 metri circa ed inoltre quando la superficie di una di esse interseca la superficie della Terra, l'acqua, uscendo, può formare una sorgente. Lungo il suo lento tragitto, l'acqua delle falde acquifere può sciogliere i sali appartenenti ai terreni attraversati e così, quando esce dalla sorgente può essere più meno o meno ricca di sali minerali.
Può anche accadere che l'acqua resti imprigionata tra due strati impermeabili e sia soggetta ad una forte pressione. Nel caso in cui, però, lo strato superiore venga perforato con un pozzo, l'acqua sotto pressione risale verso l'alto e può zampillare in superficie. Queste tipologie di falde o pozzi prendono il nome di arsenali.
(Il livello di falda varia a seconda delle precipitazioni.)
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email