Habilis 4546 punti

Climi megatermici umidi e climi aridi


I climi megatermici umidi sono tipici della zona intertropicale; la temperatura non scende mai sotto i 15 °C e le precipitazioni annue sono superiori ai 2000 mm.
I tipi climatici di questa classe si differenziano per la distribuzione annua delle piogge:
• nelle zone equatoriali (clima equatoriale umido) non esiste una vera stagione arida e vi sono le condizioni per uno sviluppo rigoglioso della vegetazione (foresta pluviale);
• spostandosi verso i tropici (clima della savana), la presenza di una stagione secca determina la graduale sostituzione della foresta pluviale con specie arboree capaci di sopportare periodi di siccità (savana);
• nelle regioni equatoriali costiere, soggette all’influsso dei monsoni, si osservano una stagione secca invernale e una stagione piovosa estiva (clima monsonico), la foresta pluviale è sostituita dalla jungla, con specie che possono perdere le foglie nella stagione secca.
I climi aridi sono diffusi:
• nella zona intertropicale (clima desertico caldo);
• alle medie latitudini, in regioni continentali protette da catene montuose che le isolano dai venti umidi degli oceani (clima desertico freddo).
L’aridità, con precipitazioni irregolari e inferiori a 500 mm annui, è la caratteristica comune dei climi aridi, indipendentemente dalle variabili condizioni di temperatura. La vegetazione è pressoché inesistente.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email