Ominide 11268 punti

Argentina – l’aspetto fisico


Posizione: L’Argentina confina a nord con la Bolivia, Paraguay e il Brasile, a ovest con il Cile, a est con l’Uruguay e l’Oceano Atlantico, a sud con il Canale di Drake.
Morfologia: Il territorio si divide in tre aree distinte: le grandi pianure, la regione andina e la Patagonia. Le grandi pianure occupano la parte nord e centro-orientale della Nazione e presentano aspetti diversi. A settentrione si estende il Gran Chaco, coperto da una vegetazione simile alla savana e caratterizzato, in alcune aree, da lunghi periodi di siccità. Tra i fiumi Paranà e Uruguay si trova una regione detta Entre Rios, fertile e coltivata a sud, coperta da foreste a nord.le Pampas, l’ambiente tipico argentino, occupato infine la parte centroorientale della Nazione e sono costituite da un vasto bassopiano, reso molto fertile da uno spesso strato di limo. Sono coperte da estese praterie, dove si pratica prevalentemente un allevamento estensivo.
La regione andina comprende la fascia meridionale della Cordigliera delle Ande, che presenta un aspetto aspro e imponente e raggiunge i 6960 metri di altezza con la vetta dell’Aconcagua, la massima cima sudamericana. Altri imponenti massicci montuosi sono il Tupungato (6800 m) e il Monte Mercedario (6770 m). verso est le Ande digradano dolcemente con una serie di catene montuose dai profili arrotondati (Serras Preandine), più sviluppate al centro del Paese, che racchiudono aride valli, spesso occupate da distese salate. La Patagonia, situata a sud del Rio Colorado, occupa la punta meridionale dell’Argentina ed è divisa dall’Arcipelago della Terra del Fuoco, dallo Stretto di Magellano. Si tratta di un altopiano scavato da valli e gole profonde in cui scorrono i fiumi e si trovano laghi di origine glaciale.
Idrografia: I principali fiumi argentini sono il Paranà e l’Uruguay, che scorrono nella parte nord-orientale del Paese e sfociano nel Rio de la Plata dopo aver ricevuto numerosi affluenti, fra cui il Rio Salado e il Bermejo. Dalle Ande scendono altri corsi d’acqua che si buttano nell’Atlantico: i maggiori sono il Rio Colorado e il Rio Negro. Buona parte dei fiumi non trova, tuttavia, sbocco al mare, ma si disperde in distese salate o lagune (salinas e lagunas) oppure viene assorbita da terreno poroso.
Clima: La regione andina, al di sopra dei 3500 metri, e la Terra del Fuoco hanno temperature molto fredde e sono caratterizzate da nevi e ghiacci perenni; le catene preadine, invece, sono più temperate. La Patagonia presenta il clima tipico dei deserti freddi, con inverni molto rigidi, ed è battuta da forti venti. Le Pampas, hanno condizioni climatiche temperate, con estati clade, inverni miti e precipitazioni più abbondanti a est che a ovest. L’Entre Rios presenta un clima caldo umido a nord e temperato a sud; il Gran Chaco, infine, ha un clima tropicale, con estati calde e inverni molto miti, ma poveri di piogge.
Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove