Ominide 11269 punti

Arabia Saudita - Stati dell’Asia Sudoccidentale

Arabia Saudita: l’ Arabia Saudita è un immenso tavolato desertico esteso su gran parte della Penisola Arabica. Limitata a est dal Golfo Persico e a ovest dal Mar Rosso, il Paese è occupato da tre grandi deserti: a nord il Nafud, al centro il Neged, a sud il deserto sabbioso di Rub al Khali. Nella parte occidentale si inalsano i rilievi dell’Hegiaz Asir, che raggiungono anche i 2500 metri di altezza. Il Paese, quasi del tutto privo di fiumi, è interessato da un clima desertico, arido e con accentuate escursioni termiche giornaliere. Solo lo 0,5% dell’intera superficie è coltivabile: il 16% della popolazione vi lavora producendo frumento, sorgo, miglio, orzo e frutta (uva, datteri, agrumi). Circa 2.000.000 di Beduini praticano con metodi piuttosto arcaici l’allevamento ovino e caprino, ma la principale risorsa dell’Arabia Saudita proviene dal sottosuolo che riserva immensi giacimenti di petrolio, tra i più ricchi del mondo, e di gas naturale. Il petrolio viene esportato in tutto il mondo. All’industria petrolchimica va aggiunto il settore dei fertilizzanti azotati, che ha avuto un notevole sviluppo.

Bahrein: Le isole costituiscono l’arcipelago del Bahrein sono territori piatti e quasi privi di vegetazione, situati nelle acque del Golfo Persico, tra l’Arabia Saudita r il Qatar. Le isole maggiori sono Bahrein e al- Muharrag. Il clima della regione è caldo e arido. Una piccola parte della popolazione è occupata nelle attività agricole che producono ortaggi, riso e datteri. Appare in declino la tradizionale pesca delle perle. Petrolio e gas naturale sono le grandi risorse sulle quali si basa l’economia del Paese; attivi e in costante sviluppo i settori petrolchimico e metallurgico. Bahrein è, inoltre, un notevole centro commerciale e finanziario: ospita infatti 160 banche.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove