Ominide 58 punti

Taj Mahal


Il Taj Mahal capolavoro dell’arte musulmana in India, è uno dei monumenti più conosciuti del mondo e costituisce l’apice dell’architettura sepolcrale islamica.
E’ situato nella città di Agra. I lavori sono iniziati nel 1632 e finiti ben 22 anni dopo con l’impiego di oltre 20 000 operai. A far nascere il Taj Mahal, é il grande amore che un uomo nutriva per la sua donna.
L'imperatore Shah Jahan fece edificare questo capolavoro senza eguali come mausoleo per la moglie Arjumand Banu, più nota con l’appellativo (da cui l’edificio prende il nome) di MUMTAZ MAHAL, morta dopo aver dato alla luce una bambina, mentre seguiva il marito in una campagna militare nel sud dell’India.
Sei mesi dopo la morte della regina, avvenuta a Burhanpur nel 1631, il suo corpo venne portato ad Agra e fu collocato temporaneamente in una cripta vicino alla località destinata per l’edificazione della tomba definitiva che, negli intenti Dell’imperatore, doveva essere il più singolare monumento mai costruito per una donna.
Molti dubbi e poca certezza sul progettista del Taj Mahal, ma la leggenda vuole che a realizzarlo sia stato l’architetto Ustad ‘Isa. Nella stessa leggenda si narra che, al completamento dei lavori, Shah Jahan abbia fatto tagliare le mani ai capomastri, accecare i calligrafi e decapitare l’architetto perché nessuno di loro potesse più creare un secondo edificio simile.
E’ alto 73 metri ed è interamente costruito in marmo bianco. Nella foto qui a sinistra vi è l’immagine del monumento oggi: la foto ritrae in tutta la sua bellezza il monumento e i suoi giardini con la fontana artificiale a forma di fiume.
I giardini nei giardini ci sono degli alberi di cipresso e ai lati alcuni gruppi di religiosi e di turisti. Il mausoleo è costruito su una piattaforma larga 250 metri, ai cui angoli si innalzano quattro minareti.
Ha una forma ottagonale ed è dominato da una grande cupola a forma di bulbo. Al centro dell'edificio ottagonale si trova la sala della tomba, con grandi nicchie e porte che si aprono sulle altre sale e che sono decorate con rilievi in marmo bianco.
Qui tuttavia si trova solo una finta sepoltura dei due imperatori, ornata da uno schermo di marmo traforato, incastonato con 43 tipi di pietre semipreziose. Le tombe dove riposano realmente i corpi si trovano nella stanza chiusa al piano seminterrato, al di sotto della sala principale.
Il Taj Mahal si trova, rispetto ai giardini, rialzato per trasmettere meglio la sensazione di magnificenza. L’accesso è composto da una facciata concava alta circa 30 metri e decorata con ornati floreali e pietre semipreziose indiane. Per accedervi, saltano subito all’occhio due porte enormi e posta l’una sopra l’altra, il vero e proprio accesso è una piccola portici a grandezza d’uomo, dove vediamo nella foto una certa affluenza di visitatori e credenti. Accanto all’entrata principale vi sono altre due entrate secondarie poste ai suoi lati. Sopra vi sono dei tempietti che terminano in una cupola e al centro la maestosa cupola a forma di bulbo.
Staccate dal monumento troviamo due torri poste rispettivamente a destra e a sinistra del Taj Mahal. Ad oggi si possono visitare e sono composte da tre piani e all’apice un tempio con una cupola anch’essa a forma ottagonale. Oltre alla tragica e commovente storia d’amore legata a questo monumento è da ricordare però che il Taj Mahal tuttora è uno dei più importanti luoghi di religione Indù presenti in tutta l’Asia Indiana ma anche nell’intero mondo.
Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Giappone - Analisi