L'emigrazione attuale è per lo più di tipo individuale e di gruppo


Le conseguenze dell'aumento della popolazione mondiale e della distribuzione degli abitanti sono in parte mitigate dai forti movimenti migratori. Del resto, la storia del popolamento della terra è in gran parte una storia di migrazioni e spostamenti di popoli. Naturalmente in epoca moderna è difficile che si spostino popoli interi, se non come conseguenza di calamità naturali o di guerre disastrose. Sono invece imponenti e continui i flussi migratori individuali e di gruppo da una regione all'altra o da un paese all'altro, anche molto lontani fra loro.

Le ragioni economiche sono alla base delle migrazioni


Questo fenomeno è dovuto essenzialmente ai grandi squilibri demografici ed economici esistenti tra i luoghi di provenienza e quelli di destinazione. Le persone infatti tendono a spostarsi dai Paesi meno sviluppati e più poveri verso i Paesi economicamente più sviluppati e più ricchi, con l'obiettivo di migliorare le loro condizioni di vita. Secondo le stime dell'ONU, nel 2005 gli emigranti nel mondo sono stati circa 190 milioni. La povertà non è però l'unica causa dei moderni movimenti migratori: si spostano anche lavoratori qualificati, tecnici e scienziati, soprattutto dall'Europa e dall'Asia verso gli Stati Uniti. Vi sono poi migrazioni anche tra paesi appartenenti al Sud del mondo, per esempio verso l'Arabia Saudita o il Sudafrica.

Dalle campagne alle città: le migrazioni interne


Inoltre continuano a esistere migrazioni interne ai vari paesi. In passato ve ne sono state di molto significative, come quella che ha condotto al popolamento dell'Ovest degli Stati Uniti, il mitico Far West, nel corso dell'Ottocento, o alla migrazione dal Sud al Nord dell'Italia avvenuta negli anni Cinquanta e Sessanta del Ventesimo secolo, con punte di oltre 2 milioni di trasferimenti l'anno. Si calcola che oggi in Cina stia avvenendo un consistente movimento migratorio dalle campagne alle città, che ha coinvolto finora circa 150 milioni di persone: più del 10% dell popolazione complessiva. Notevoli sono anche i flussi migratori dall'Est all'Ovest dell'Unione Europea.
Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email