Genius 21877 punti

La Pianura padana,veneta ed emiliano-romagnola


Solo il 23% della superficie italiana (meno di 1/5) è occupata da un territorio pianeggiante,cioè con un'altitudine inferiore a 300 metri. La più grande pianura italiana si trova nella parte settentrionale del Paese: è la Pianura padana. Estesa 46.000 kmq, all'incirca come la Sicilia e la Sardegna insieme, lunga 400 km e con una larghezza massima di 270 km, la Pianura padana rientra in quattro regioni: Piemonte. Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna. Comprende la parte più interna della Liguria.
In realtà, questi territori pianeggianti, compresi tra il Piemonte e le rive dell'Adriatico, si possono dividere In tre parti.
La prima parte, di gran lunga la più estesa, è costituita dalla pianura creata dal Po e dai suoi affluenti, alpini e appenninici. Questa è la Pianura padana vera e propria, definita una pianura alluvionale perché è stata creata dai materiali trasportati dal Po e dai suoi affluenti. A nord della foce del Po,pervengono al mar Adriatico altri fiumi: Adige, Brenta, Piave, Livenza e Tagliamento, che a loro volta hanno creato altri territori pianeggianti. Questi costituiscono la Pianura veneta, detta così perché si estende per la maggior parte nel Veneto.
A sud della foce del Po, lo stesso lavoro è stato compiuto da fiumi, come il Reno, che scendono dall'Appennino. Essi hanno formato la Pianura emiliano-romagnola.
Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email