Ominide 1778 punti

Le gole di Samariá (in greco : Σαμαριά) costituiscono un canyon ( valle profonda con pareti ripide ) lungo 16 km situato sul versante occidentale dei monti Lefka ed inciso profondamente dall'omonimo torrente, nell'isola di Creta. Esso è il più lungo canyon d'Europa dopo le gole del Verdon, in Francia. Si trova al centro di un vero e proprio parco nazionale. Il parco nazionale delle gole di Samariá è uno degli ultimi luoghi in cui sopravvive la capra kri-kri, tipica dell'isola di Creta. Questo parco naturale è vicino al villaggio di Aghia Roumeli.
le pareti delle sue valli la capra kri-kri
L'attraversamento della Gola offre un'esperienza unica ed affascinante confrontandosi con la natura e la bellezza selvaggia. Ha un duro terreno accidentato con ripidi e primitivo con la sua imponente, un bel paesaggio senza intervento umano, un senso unico di stupore e di ammirazione per la grandezza infinita che si affaccia intatto.

Il Parco Nazionale dei Monti Bianchi di Creta, conosciuta come la Gola di Samaria, è stato fondato nel 1962 per la protezionee la conservazione del valore scientifico e culturale.ione.
I Dori che occuparono la regione nel quinto secolo aC convertirono questo canyon di un grande centro religioso ( ci sono ancora un cipresso un acero alcune chiese ). Le Gole di Samaria, sono molto belle, si passa da anfratti larghi pochi metri con rocce a strapiombo a meravigliosi scorci sull'immensa distesa blu del Mar Mediterraneo. Lungo il tragitto la cui vegetazione è fatta di carrubi, cipressi, frutteti , aceri e querce, laghetti e sorgenti immersi tra le rocce.


Le sideroportes

Nella ricca vegetazione delle Gole di Samaria sorge la chiesa di Agios Nicholaos, oltre la quale il sentiero diventa meno ripido; subito dopo c'è il villaggio abbandonato di Samaria per poi giungere al Sideroportes (Porte di ferro).Il sentiero è abbastanza stretto e percorre quello che un tempo era il letto del fiume che ha scavato le montagne. Le pareti delle gole s’innalzano fino a raggiungere le “Sideroportes”, il punto più stretto, largo solo tre metri. Il paesaggio durante la discesa è molto selvaggio: le aride rocce vengono addolcite dalla presenza di pini, bassi cespugli, piccoli laghi e cascate. Dopo tantissimi passi giungiamo finalmente al mare, ad Agia Roumeli.

Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email