tt7t7 di tt7t7
Ominide 1306 punti

Argentina


Confini

A nord Bolivia e Paraguay. A nord-est Brasile e Uruguay. A est Oceano Atlantico. A sud e a ovest Cile.

Capitale

Buenos Aires: 12,5 milioni di abitanti; sorge tra il Paraná e il Rio de la Plata; importante porto.

Territorio

Prevalentemente pianeggiante. A ovest monti: Cordigliera delle Ande. Monti molto elevati, superiori ai 6000 m. catena montuosa più lunga del mondo (8000 km). Monte più elevato delle Ande: Aconcagua (6959 m). Altri monti elevati Cerro del Nacimiento, Cerro El Muerto, Mercedario, Ramada Norte. Molti vulcani attivi: Antofalla, Ata, Cerro Bonete, Ojos del Salado, Monte Pissis. Cordigliera Patagonica (altopiano) meno elevata (3000 m). Vasta pianura: Gran Chaco. Altre pianure limitate alle coste. A nord pampas argentine (pianure fertili umide a est e aride a ovest). Molti fiumi: Rio Salado, Paraná, Uruguay, Rio de la Plata. Molto lunghi e foci a estuario. Laghi di origine glaciale: Salinas Grandes. Coste con profonde insenature. A sud Patagonia: steppa arida e più a sud ghiacciata. Estremo sud Terra del Fuoco: vulcani e ghiacciai.

Clima

Chaco settentrionale subtropicale. Più a sud e coste atlantiche temperato. Verso il Polo sud più freddo e oltre i 50° sud subpolare. Molti ambienti: Chaco settentrionale boscaglie, savana e steppa. Al centro estese praterie e nella Patagonia steppe. Estremo sud ghiacciai.

Popolazione

Circa 40 milioni di abitanti. Densità 14 abitanti/km². Non distribuita omogeneamente. Chaco e Ande disabitate. Città molto popolate. Prevalenza bianchi di origine spagnola. Un terzo italiani. Minoranze di meticci e indios. Emigrazione verso gli Stati Uniti. Nel passato fortissima immigrazione italiana. 70 milioni di discendenti italiani. Area metropolitana di Buenos Aires molto abitata.

Religione

88% cattolici, 10% evangelici, alcuni atei, agnostici, ebrei (1%).

Lingue

Lingua ufficiale: spagnolo. Molto diffuse sono l’italiano e l’arabo.

Economia

Economia in via di sviluppo.
Settore primario: dominato dall’allevamento bovino, equino ed ovino. Gauchos sono allevatori di mandrie di bovini in aziende agricole (hacienda). Molta agricoltura. A nord piantagioni (canna da zucchero, cotone, tabacco). Regioni collinari viti e frutteti. Praterie cereali e mais. Pesca molto attiva (fluviale e marittima). Notevoli risorse minerarie (petrolio, gas naturale, carbone, uranio, argento, oro).
Settore secondario: primo paese ad attuare l’industrializzazione. Prevalentemente industrie alimentari (carni, latte e derivati). Industrie automobilistiche, chimiche, metallurgiche e cartarie.
Settore terziario: commerci non molto sviluppati. Principale partner Brasile. Dominato dal turismo. Importante risorsa economica. Principali mete: Patagonia, Buenos Aires, cascate dell’Igaçu. Rete di trasporti estesa ed efficace.

Città

Buenos Aires, Cordoba (centro agricolo e commerciale), Rosario (porto).

Cenni storici

Anticamente l’Argentina era già abitata da popolazioni primitive. I primi esploratori arrivarono nel 1516 e la Spagna la colonizzò. Il 9 luglio 1816 divenne indipendente. Nella seconda metà del ‘900 Jorge Rafael Videla e l’esercito instaurarono una dittatura che finì nel 1983. Gli oppositori al regime vennero fatti sparire (30 000 desaprecidos) e moltissimi fuggirono. Tutto ciò causò la bancarotta. Oggi si sta riprendendo pian piano.

Curiosità

Lo sport più seguito è il calcio. Lionel Messi e Pelé sono stati tra i calciatori più forti al mondo di nazionalità argentina. Papa Francesco (Jorge Mario Bergoglio), in carica dal 13 marzo 2013, è il primo papa argentino. Ha origini piemontesi. Il Perito Moreno è una diga naturale di ghiaccio, che, in inverno, blocca il Lago Argentino, per poi sciogliersi con l’aumentare delle temperature. Si trova nell’estremità sud-occidentale.

Ordinamento politico

Repubblica federale rappresentativa, con 23 province autonome.
Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email