Ominide 2993 punti

Africa

L’Africa è unita all’Asia dalla penisola del Sinai.
Essa è povera di penisole e le isole occupano solo il 2% della superficie totale: l’unica isola di vasta dimensioni è il Madagascar.
La sporgenza più evidente è la penisola somala, detta per la sua forma “Il Corno d’Africa”.
Il mar mediterraneo bagna le coste settentrionali, l’oceano Atlantico quelle occidentali e l’oceano Indiano quelle orientali.
L’unica catena montuosa giovane si estende a nord, e si tratta dell’Atlante.
Vi è una poderosa frattura chiamata Rift Valley.
L’Africa è attraversata da due importanti fiumi: il Nilo e il Congo.
A questi due fiumi si contrappongono vaste zone povere di corsi d’acqua.
Il principale bacino chiuso cioè privo di collegamento con il mare è il Ciad.

La più vasta zona senza corsi d’acqua è il Sahara.
I fiumi dell’Africa nascono da sorgenti alimentate da abbondanti piogge e per giungere nel mare devono scendere alcuni “gradini” dando vita alle cascate , quindi sono navigabili sono a tratti.
Le cascate pur essendo un ostacolo per la navigazione costituiscono anche una risorsa in quanto consentono la produzione di enormi quantità di energia elettrica.
Il clima nell’Africa centrale è equatoriale con una fitta foresta pluviale, infatti le piogge che la alimentano sono abbondanti.
Il clima è tropicale è sud e a nord dell’equatore.
Nelle parti più settentrionali e più meridionali dell’Africa il clima è mediterraneo.
Sul popolamento dell’Africa fanno influito negativamente alcuni fattori tra cui: malattie, aree desertiche, carestie.
Le persone ovviamente si concentrano dove le condizioni di vita sono più favorevoli, sicuramente le aree desertiche sono quelle meno popolate.
L’Africa è il paese più colpito dall’AIDS e da episodi di siccità che causano la morte di milioni di persone.

Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email