L'acqua è essenziale per tutte le forme di vita e la disponibilità di acqua è un fattore limitante per molti tipi di vegetazione. Nel corso di una giornata estiva, un albero di betulla cosnuma fra 200 e 300 litri d'acqua e molti alberi tropicali ne richiedono quantità anche maggiori. L'umidità ritorna nell'atmosfera attraverso la traspirazione della superficie delle foglie. Nello stesso tempo, tuttavia,la vegetazione è importante per il ciclo idrologico perchè riduce l'evaporazione del terreno e inoltre lo protegge da un'erosione troppo violenta. Le radici superciali e la densa vegetazione al suolo formano innumerevoli barriere che rallentano il flusso dell'acqua corrente. La vegetazione morta assorbe l'umidità come una carta assorbente. Un'intatta coltre di vita vegetale,in particolare di foresta,è un fattore di equilibrio del flusso dell'acqua superficiale, e quindi della quantità di acqua dei fiumi e dei laghi. Essa contribuisce anche ad accrescere l'infiltrazione di acqua nel sottosuolo. La maggior parte dell'acqua presente sulla Terra è salata e quindi poco utilizzabile. Si ritiene che il sale derivi dalla degradazione delle rocce continentali. Anche l'acqua dolce può risultare inadatta per le piante e gli animali a causa dell'eccessivo contenuto di fango e di altre impurità. Di conseguenza l'acqua pura può essere un bene molto prezioso. I depositi alluvionali dei fiumi crearono fertili pianure fluviali in cui sorsero e si svilupparono le prime civiltà;in Mesopotamia e in Egitto, lungo l'Indo e in Cina.

Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità