danyper di danyper
Sapiens 9918 punti

Tipi di leggi fisiche


Le leggi fisiche possono essere di due tipi
1. Leggi non quantitative
2. Leggi quantitative
Una legge si definisce non quantitativa quando si limita ad affermare che esiste una relazione generalmente valida tra due fenomeni, questo significa che il verificarsi dell'uno determina il verificarsi anche dell'altro.
Ad esempio in condizioni normali ogni volta che una molla è sottoposta ad una trazione o una compressione, sufficientemente intensa, la molla rispettivamente si allunga oppure si accorcia e questo può essere verificato sperimentalmente da ciascuno di noi.

Una legge fisica si definisce quantitativa quando esprime la regola secondo la quale le grandezze coinvolte in un fenomeno naturale variano l’una in funzione dell'altra ovvero la legge quantitativa esprime il rapporto funzionale che esiste tra le grandezze coinvolte nello svolgimento di un fenomeno. Ritornando all'esempio della molla sottoposta ad una forza esterna t(di trazione o compressione) la legge sperimentale che sappiamo essere la famosa legge di Hooke ci consente di dire di quanto la molla si deforma una volta che è nota la forza
[math]F[/math]
. La legge di Hooke afferma che il modulo della forza elastica esercitata dalla molla quando essa è sottoposta ad una forza esterna di trazione o compressione è uguale al prodotto della costante elastica della molla
[math]k[/math]
per l'allungamento o accorciamento prodotto nella molla
[math]\Delta x [/math]
stessa ovvero
[math]|F| = k \Delta x [/math]
Questa semplice equazione matematica descrive quantitativamente che esiste una relazione lineare tra la forza applicata e la deformazione in termini di allungamento/accorciamento subito dalla molla e il coefficiente k rappresenta appunto la costante di proporzionalità.
Hai bisogno di aiuto in Fisica Sperimentale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email