Nato a Londra nel 1561, é colui che condanna la magia poiché cerca cause occulte, non controllabili empiricamente e favorisce la scienza che si basa sul metodo sperimentale. Egli dice che per fare gli esperimenti di Galilei bisogna avere la mente libera da pregiudizi(idola) che sono inutili per comprendere la realtà. Gli errori di cui la mente umana può essere sviata sono: gli idola tribus che derivano dalla natura umana, in particolare dalla tendenza della mente a semplificare le cose e questo è comune a tutti; gli idola specus che hanno origine in ciascun individuo e interpretano in modo diverso la natura, come in una spelonca viene riflessa la luce esterna; gli idola fori che hanno origine nelle caratteristiche dell'interazione fra gli uomini e in particolare nel linguaggio volgare che porta ignoranza (il foro è proprio il luogo di incontro fra culture diverse); gli idola theatri che sono un'invettiva contro le filosofie antiche (soprattutto Platone e Aristotele) che hanno creato false rappresentazioni della realtà, come le storie immaginarie raccontate in un teatro.

Dopo aver cancellato dalla mente i pregiudizi, bisogna osservare e raccogliere i dati (inizia il processo di ricostruzione) e in base a questi dati bisogna costruire tre tavole: tavole della presenza, in cui vengono riportati i casi in cui compare il fenomeno (es:il calore si trova sotto forma di raggi solari, fiamma, fulmini, ecc..); tavole dei gradi, in cui sono riportati i casi simili ai precedenti, ma nei quali è assente il fenomeno(es:i raggi lunari, i fuochi fatui, ecc..); tavole dei gradi in cui sono riportati i casi in cui il fenomeno c'è ma varia per gradi d'intensità.
Prima vendemmia: esclusione dei dati inutili.
Seconda vendemmia:conferma della prima vendemmia, a cui s'arriva attraverso gli esperimenti di conferma chiamati "istanze prerogative".
Metodo della scienza: l'induzione di Aristotele trae dal particolare il generale e qui vi è lo sbaglio perché quest'induzione si basa sull'enumerazione semplice: l'enumerazione dei casi da cui si trae il principio generale. Per Bacone il passaggio dal caso particolare ai principi generali deve avvenire gradualmente (deve cioè indurre dal particolare prima degli assiomi medi, dai quali si inducono gli assiomi generali). Questa induzione è la vera interpretazione della realtà perché si basa sull'esclusione ed è solo dopo l'attenta scelta dei casi che si giunge agli assiomi medi e a quelli generali. Il procedimento di Bacone avviene attraverso 3 passaggi:
-attento lavoro di raccolta dati che Bacone chiama storia naturale e sperimentale;
- tavole per la registrazione dei dati;
-induzione per eliminazione.
Nuova Atlantide: viene descritta la società ideale di Bacone che può essere Bensalem in Perù perché vi è una convivenza fra tecnica e scienza. In questo luogo gli scienziati hanno il potere politico e, dopo aver liberato la mente da illusioni e fantasmi, usano la scienza al servizio dei cittadini per estendere il dominio sulla natura. I cittadini sono riuniti nella Casa di Salomone che è il prototipo delle accademie scientifiche europee.
Bacone morì nel 1626 dopo aver evitato il carcere per l'accusa di corruzione.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email