Ominide 395 punti

Agostino Aurelio - Biografia e poetica


Aurelio Agostino fa parte della categoria della letteratura latina denominata "cristiana", poiché egli fu il vescovo d'Ippona, una grande filosofo e soprattutto un teologo, infatti dopo la morte fu proclamato santo e "Dottore della Chiesa".
Nacque il 13 Novembre 354 D.C. a Tagaste, un borgo ella Numidia( attuale Souk-Ahras in Algeria), da un padre pagano, che si fa battezzare solo in punto di morte, e da una madre fortemente cristiana. Studiò retorica , con qualche difficoltà economica, a Cartagine per poi tornare a Tagaste da ventenne per insegnare grammatica.
Aderì al manicheismo, ovvero un movimento religioso fondato dal persiano Mani, che presentava la realtà come la lotta tra il bene ed il male.
Tornò a Cartagine e poco dopo si spostò a Roma e Milano; ottenne un elevato successo, che però non gli regalarono la felicità. Per arrivare al Cristianesimo dovette passare da varie correnti filosofiche e religiose, che però lo formarono dal punto di vista morale. Morì il 28 Agosto del 430.
Le Confessiones è una raccolta di 13 libri, che però, al contrario di quanto si pensi, è un'opera autobiografica che descrive il pensiero di Agostino durante la sua vita.
Mentre, il De civitate Dei, è un'opera molto più religiosa, che può essere divisa in due parti di dieci e dodici libri.
L'Epistolario è composto da 217 lettere; i Sermones, ovvero un'opera che raccoglie le sue prediche, si aggira attorno le 800 prediche.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email