cefine di cefine
Ominide 336 punti

Vita e Opere di Freud


Nato il 6 maggio 1856 a Freiberg (Moravia), Sigmund Freud, dopo aver studiato medicina a Vienna, conseguí nel 1885 la libera docenza in neuropatologia; nel 1887-88 cominciò a studiare le possibilità delle cure ipnotiche dei fenomeni di isteria insieme al dottor Breuer (1842-1925), con il quale negli anni 1892-95 scrisse gli Studi sull'isteria, Dopo un Progetto per una psicologia scientifica, del 1895, che segnava già l'accentuarsi dell'autonomia del pensiero di Freud, si ha nel 1899 il volume L'interpretazione dei sogni, e nel 1901 quello sulla Psicopatologia della vita quotidiana dove emergono nella forma piú precisa le sue
concezioni piú proprie.
Seguono i Tre saggi sulla teoria sessuale del 1905, e, dopo un importante viaggio negli Statí Uniti, compiuto nel 1909 e destinato a far conoscere la psicoanalisi in ambienti piú vasti, si hanno nel 1912-13 il libro Totem e tabú, nel 1920 Al di là del principio del piacere, dove è introdotto il concetto di "istinto di morte", nel 1926 Inibizione, sintomo e angoscia.
Frattanto Freud allargò il campo d'applicazione delle teorie psicoanalitiche anche ai problemi sociali e politici con opere come Psicologia delle masse e analisi dell'io e Disagio della civiltà del 1920, Perché la guerra?, del 1932, o anche ai problemi religiosi con L'avvenire di un'illusione, del 1927.
A Londra, dove si era trasferito a seguito dell'occupazione tedesca dell'Austria (1938), Freud lavorò, fino alla morte avvenuta il 23 settembre 1939, alla stesura del Compendio di psicoanalisi, rimaşto interrotto alla terza parte.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email