Bergson


Tenta di combinar due mentalità, posizioni: lo spiritualismo, la mentalità, difficilmente conciliabile della dimensione scientifica. Profondamente influenzato dalle teorie evoluzionistiche. Indagine sulla durata reale (solo l'intuizione può cogliere). La scienza che usa solo la dimensione scientifica ha una visione distorta. Lui vuole proporre la durata reale. La scienza lo considera come spazio, un ciclo temporale è la somma dei vari istanti che lo compongono, ma non è così; l'istante temporale diversamente dai punti spaziali non acquista significato se si prendono separatamente, solo se fusi insieme hanno significato.
L'intuizione è un organo costituito dalla fusione tra le possibilità dell'intelligenza a) e dell'istinto b).
a) raggiunge conoscenze universali ma superficiali. Cerca la conoscenza ma non la trova.
b) trova conoscenze profonde ma non universali. Trova la conoscenza ma non lo cercherà mai. Costruisce strumenti naturali per superare i problemi. Costruisce strumenti artificiali (macchine).

Tutti e due sono strumenti necessari. La filosofia risolve tutti i problemi.
La durata reale è diversa dalla durata apparente che da la scienza.
L'evoluzione creatrice: la teoria dell'evoluzione rimane in superficie perché è meccanicistica, non c'è nessuna creatività, tutto procede secondo iter prefissato. b) dice no l'evoluzione non procede secondo prefissati iter, può cambiare.
Non solo rifiuta il determinismo (a monte) ma anche il finalismo (a valle).
Lui distingue due momenti a) la materia b) lo slancio vitale, creazione;
a) dall'alto la materia, la forza che resiste (resistenza). Lui traccia un quadro generale dell'evoluzione biologica. Lo slancio vitale è penetrato nella materia che cerca di creare a volte sfortunati (echinodermi) o fortunati (artropodi).
Le due sorgenti della morale e della religione. Morale dell'obbligo.
Le società chiuse che considerano la situazione attuale perfetta e non deve essere cambiata.
Società aperta (morale assoluta) bisogna andare avanti.
La religione statica e dinamica. Cristo fu un rivoluzionario, la religione ebraica era molto evolutiva ma Cristo dice che bisogna andare avanti, non basta. Questo slancio vitale se non trova una residenza non può realizzarsi.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email