Ominide 2005 punti

Forme


Per illustrare cosa sia realmente la filosofia Platone ci dice ciò che non è; tale informazione è ricavabile dove Glaucone fa riferimento alle tipiche manifestazioni della cultura cittadina, ovvero gli spettacoli teatrali e pertanto identifica con il filosofo con chi è un profondo conoscitore degli spettacoli e pertanto della cultura cittadina.
La vera filosofia per Platone non solo l’amore per gli spettacoli ma per ciò che è vero, da non confondere con la mera conoscenza di ciò che è percepibile con i sensi. Platone ritiene che la vera conoscenza sua quella che fa riferimento a qualcosa che lui chiama Idee.

Il significato platonico di Idea è diverso da quello moderna, tanto che alcuni ritengono che una tradizione più appropriata sia “forma”. Le Idee non possono essere percepite dai sensi ma dovrebbero essere il principale oggetto di studio della ragione. La conoscenza delle Idee è il fine che il filosofo dovrebbe perseguire . Le idee platoniche sono ingenerate e incorruttibili, invisibili, invariabili, immateriali e completamente separate dal mondo fisico. Le idee platoniche sono qualcosa di estremamente lontano dalla nostra esperienza quotidiana e a ogni cosa corrisponde una relativa Forma, che costituisce la versione perfetta di ciò che è nel mondo sensibile; sono caratterizzate dall’assolutezza e dall’assenza di ogni possibilità di variazione.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email