La cosmologia


Platone sempre negli ultimi dialoghi si interroga sull'origine dell'universo, cercando di risolvere questa questione.
Quella di Platone sarà una spiegazione verosimile, che si approssima alla verità sulla nascita dell'universo.
Il dialogo dedicato alla sua indagine cosmologica è intitolato Timeo(concezione platonica dell'universo). Timeo oltre ad essere il titolo del dialogo è anche il nome del protagonista, un giovane pitagorico. E' il mito del Demiurgo, che spiega l'origine dell'universo perché Platone non può fornire una spiegazione scientifica (nel mondo sensibile non si può fare scienza) Demiurgo significa letteralmente "artigiano divino". A tale essere divino si deve l'origine dell'universo attraverso un'azione plasmatrice su una materia eterna e informe. Nella cultura greca dobbiamo sottolineare l'eternità, il principio secondo il quale, il mondo non ha avuto un inizio e non avrà una fine.
L'eternità del tempo è la concezione centrale della cultura greca.
Il Demiurgo ha modellato questa materia, i mondo delle cose utilizzando come modello il mondo delle idee, ma si è formato qualcosa di imperfetto.
Platone giustifica ciò con la ribellione di questa materia che non si è fatta ben modellare. Il cosmo è stato forgiato secondo una struttura matematica (congiunzione aritmetica geometrica).
Il Demiurgo forgiando questa materia ha generato i quattro elementi dando loro una forma solida che hanno dato vita agli elementi più complessi.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità