Video appunto: Eraclito di Efeso - Legge dei contrari e flusso universale

Il problema del rapporto tra il divenire e l’essere



Uno dei problemi filosofici più importanti è la riflessione su due fenomeni :
-cambiamento naturale: susseguirsi stagioni, nascita, morte
-permanere dell'universo: nonostante cambiamenti, universo perdura
Eraclito e Parmenide si soffermano su questo dubbio e provano a trovare spiegazioni tramite pensiero razionale, contrapponendo il pensiero filosofico con la mentalità comune.


Eraclito e l’esperienza del divenire



Eraclito visse a Efeso tra VI-V sec a.C.
Di lui chi rimangono solo pochi frammenti della sua unica opera intitolata “Intorno alla natura”
I suoi aforismi si incentrano su 2 temi:
-flusso universale
-il lógos e la legge dei contrari

Il flusso universale



Secondo il nucleo tematico del flusso universale non c’è un qualcosa nel mondo che non sia costantemente in movimento. Sia nella società che nella natura, a causa di questo cambiamento, si creano dei conflitti, dei contrasti.
Questo mutamento riguarda anche l'uomo. Infatti il filosofo dice che non è possibile bagnarsi due volte nello stesso fiume sia perché le sue acque si rinnovano costantemente, sia il nostro “io” è mutevole.
“Tutto scorre” (panta rei)

Il logos e la legge dei contrari



Popolo:
-ignorante – “i dormienti”, non sanno utilizzare la ragione
-saggio – “gli svegli”, non si soffermano alla prima impressione – loro riescono a vedere l’ordine razionale che si nasconde dietro alla scissione delle cose.
Movimento -> conflitto continuo tra elementi contrari (bene/male; amore/odio) che sono allo stesso tempo indivisibili e complementari, non sono monadi, bensì dipendono l’uno dall’altro. Questa inscindibilità dei contrari è spiegata dalla legge necessaria che governa l’universo, logos -> l’armonia e la razionalità si ottengono dalla conflittualità, dal continuo alternarsi degli elementi.
Il logos (ordine) è imperituro, eterno, è stato creato dagli dei.