Video appunto: Aristotele - Riassunto

Aristotele



Aspetti principali della vita



nacque a Stagira nel 384 a.C.;
Studiò nell'Accademia platonica;
educò Alessandro Magno;
fondò il liceo.

Gli scritti si dividono in esoterici (appunti) ed essoterici (destinati ad un pubblico più vasto).
Opera più importante: Metafisica
Aristotele ha diviso le scienze in tre branche:
-teoretiche.

-pratiche.
-poietiche.

Le più importanti sono le prime.
Che cos'è la metafisica?
Il termine che significa “oltre la fisica” non è di origine aristotelico ma da Andronico da Rodi.
Per Aristotele la Metafisica indaga: 1) l'essere in quanto essere; 2) la sostanza; 3) Dio; 4) cause e principi supremi.
Inoltre per il filosofo la metafisica altro non è che la teologia.
Ma a che serve?
La metafisica è una scienza “libera” cioè che non risponde ai bisogni materiali ma a quelli spirituali.

Abbiamo detto che la metafisica è lo studio delle cause prime. Le cause prime sono 4: formale, materiale,efficiente e finale.

Indaga l'essere in quanto essere. L'essere non ha un solo significato, ma molteplici: l'essere come atto e potenza, l'essere come accidente, l'essere come vero e l'essere come categoria (10).

La metafisica come scienza della sostanza. La sostanza è data da materia e forma → sinolo.

Le sostanze sono gli elementi primi da cui tutto ha origine. Esiste qualcosa di incorruttibile per il filosofo che è il movimento e il tempo → il tempo non si è generato e non si corromperà (infatti c'è stato prima e ci sarà poi) → il tempo è eterno. Lo stesso ragionamento vale anche per il movimento poiché esso dipende dal tempo.


La seconda scienza teoretica è la fisica la quale ha per oggetto il mondo sensibile, ed è legata al movimento. Il movimento è generato dal passaggio tra l'essere potenza all'essere in atto.

La psicologia



Tripartizione dell'anima: 1) anima vegetativa 2) anima sensitiva 3) anima razionale (intelletto potenziale che è conoscenza delle forme intellegibili e intelletto agente che è immortale ed eterno).

Dopo le scienze teoretiche vengono le scienze pratiche che riguardano la condotta degli uomini. Il fine ultimo dell'uomo è la felicità. Per raggiungere la felicità l'uomo deve vivere secondo ragione → virtù etiche / dianoetiche.

La logica: la logica mostra come deve essere un discorso. I concetti di base sono le categorie. Quando uniamo i termini, affermando o negando qualcosa abbiamo un “giudizio”, esso rappresenta la forma più elementare di conoscenza.
La retorica invece è l'arte di persuadere gli latri uomini.

Infine le ultime scienze sono quelle poietiche come l'arte. Diversamente da Platone non condanna l'arte, anzi gli da il ruolo di purificazione (liberazione delle emozioni).