gaiabox di gaiabox
Ominide 3551 punti

L'osservazione della natura vivente

Benché appartengano all'indagine fisica, devono essere considerate separatamente le ricerche condotte da Aristotele nel campo degli esseri viventi. Esse comprendono una serie di studi di carattere settoriale, concernenti in particolare gli animali (le opere botaniche sono andate perdute), oltre a una trattazione di carattere più generale sulla vita e sul rapporto tra anima e corpo (contenuta nel De anima).

Lo studio condotto da Aristotele sui viventi riveste grande importanza. Da un lato, infatti, le osservazioni e le informazioni raccolte in questo ambito, unite all'efficace strumentazione concettuale approntata per interpretarle, fanno dello Stagirita l'iniziatore della zoologia scientifica; dall'altro, queste ricerche e gli scritti nei quali esse vengono inserite incidono profondamente sullo sviluppo complessivo del suo pensiero.

La storia degli animali, la più antica delle opere biologiche, contiene una ricchissima raccolta di dati sulle più varie forme della vita animale, che Aristotele confronta tra loro, evidenziando analogie e differenze. Di grande interesse è il fatto che Aristotele abbia collezionato l'ampio materiale di cui si dà conto nella Storia degli animali anche interpellando cacciatori, pescatori, allevatori ecc., coloro cioè che per ragioni di lavoro erano a più diretto contatto con il mondo animale.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email