gaiabox di gaiabox
Ominide 3551 punti

Il motore del movimento eterno degli astri

Come risulta evidente dall'esempio sulla generazione esposto sopra, Aristotele tende in realtà ad applicare i concetti elaborati nello studio dei moti violenti (motore primo, motore immobile, mosso) anche alla comprensione di processi e movimenti naturali. In particolare, il filosofo si serve dei concetti di motore e mosso per elaborare spiegazioni del movimento delle sfere celesti almeno in parte differenti da quella, a noi già nota, basata sul moto naturale dell'etere, circolare e uniforme.

Secondo queste spiegazioni, anche il movimento degli astri sarebbe causato da un motore immobile. Poiché però i movimenti degli astri sono eterni, come del resto è eterno il cosmo stesso, che non ha avuto inizio e non avrà fine, è necessario ammettere che vi sia almeno un primo motore immobile

eterno per ogni astro. Il più importante di questi motori è quello della sfera delle stelle fisse, al quale in taluni testi Aristotele sembra ricondurre anche i movimenti delle sfere più "interne". Tale motore immobile eterno dunque muoverebbe direttamente la sfera delle stelle fisse e determinerebbe indirettamente il movimento delle sfere degli altri pianeti e quindi anche quello del Sole, il quale, a sua volta, in virtù delle diversità climatiche stagionali, è all'origine dei cicli vegetativi e dei processi di generazione e di corruzione che si verificano sulla Terra.

Dio come «pensiero di pensiero»

Immobile, non misto con la materia, dio può essere concepito solo come pensiero, puro pensiero in atto, cioè come atto del pensare. Inoltre, oggetto della conoscenza divina non può essere qualcosa di inferiore, come il mondo e i processi che vi si svolgono, perché ciò comporterebbe la relazione con qualcosa di non perfetto e con il male. Oggetto della conoscenza divina deve dunque essere dio stesso; per questo dio è definito da Aristotele come «pensiero di pensiero».

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email