Sapiens Sapiens 15306 punti

Il rame

Il rame è stato il primo metallo utilizzato dall’uomo perché poteva essere estratto facilmente in quanto è un o dei pochi metalli che, in natura, si trova allo stato pressoché libero se non combinato in piccole percentuali con altri minerali. In questo caso si parla di rame nativo.
Il suo simbolo è Cu, prima sillaba del latino “cuprum” ed il suo colore è rossastro. Ho un peso specifico di 8,92 e questo significa che un decimetro cubo di rame pesa 8,920 chilogrammi. Il punto di fusione corrisponde a 1083. Per quanto riguarda la durezza,il rame si colloca sul 2-3 della scala di Mohs; questo sta a significare che il rame scalfisce il n° 2 che è il gesso ed è scalfito dalla calcite che è classificata al posto n° 3. È molto duttile ed infatti può essere ridotto in fili sottilissimi ed è anche molto malleabile in quanto può essere ridotto in fogli dallo spessore di 0,0026 millimetri, cioè 2,6 micron. Dopo l’argento è il metallo che meglio conduce l’elettricità.
Il rame viene utilizzato soprattutto nell’industria elettrotecnica ed elettronica in quanto con esso sono fabbricati i fili che trasportano l’energia elettrica; in questo caso si tratta di rame detto elettrolitico, cioè molto puro e contenente minime tracce di altri metalli. Più numerose sono le applicazione dei suoi composti, come ad esempio il solfato di rame, detto anche vetriolo azzurro, usato soprattutto in agricoltura per la sua azione anticrittogamica e come potente mezzo di difesa contro la peronospora, un fungo che danneggia la vite. In questo caso, viene prodotto un miscuglio, detto poltiglia bordolese, fatto da acqua, solfato di rame e calce spenta rendendo così il solfato insolubile perché altrimenti sarebbe facilmente dilavato dalla pioggia.
Combinandosi con altri metalli, il rame forma delle leghe:
rame + zinco = ottone
rame + stagno = bronzo
Aggiungendo a queste due leghe altri metalli si ottengono bronzi ed ottoni speciali. Le leghe hanno il vantaggio di avere una resistenza ed una durezza superiori a quelle del rame. Esistono anche tre leghe del rame speciali:
1) Metallo Delta. È formato da rame + zinco + piccole quantità di alluminio, stagno e piombo. Ha lo stesso colore dell’oro; essendo pressoché inossidabile, è molto usato nelle costruzioni sottomarine
2) Similoro. È formato da rame + zinco + stagno. Ha il vantaggio di poter essere ridotto in lamelle sottilissime e per questo si adopera nelle false dorature
3) Monel. È formato da rame + nichel + ferro ed è molto resistente alla corrosione
Hai bisogno di aiuto in Educazione Tecnica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email