Storia delle olimpiadi

Ifito re di Olimpia creò i giochi olimpici nel 776 a.c ed erano inizialmente composti da due giorni di canti e uno di corsa. Questi erano stati creati per stabilire la pace fra i vari popoli,infatti durante i giochi olimpici si riunivano rappresentanti di vari paesi che magari erano in guerra ma non lottavano per non essere espulsi dai giochi. L'imperatore romano Teodosio però, nel 395 d.c. abolì i giochi olimpici poiché essendo il primo imperatore cristiano,riteneva eresia lodare il vincitore dei giochi.Con gli anni si aggiunsero altre gare e altri giochi che in realtà erano attività svolte dai cacciatori o soldati per sopravvivere che divennero appunto sport. Per fare un'esempio: il tiro con l'arco deriva dalla caccia,stessa cosa il lancio del giavellotto e così via. Decubertin, un prestigioso marchese francese, nel 1894 riunì gli aristocratici d'Europa nel C.I.O. (Comitato Internazionale Olimpico) e dopo due anni di preparativi, nel 1896 venne fatta la prima Olimpiade moderna ad Atene,con lo stesso scopo del re Ifito: la pace fra i popoli.

L'organizzazione delle Olimpiadi è appunto organizzata del C.I.O. Questo è formato da tanti C.O.N sigla che sta per "Comitato Olimpico Nazionale" e il nome,o meglio la "sigla" varia per ogni nazione,ad esempio in Italia c'è il C.O.N.I. che sta per "Comitato Olimpico Nazionale Italiano", in Francia il C.O.N.F e così via.
I C.O.N sono formati dalle federazioni sportive (F.F.P - F.I.P - F.F.G.C. ecc.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Fisica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email