jeimo di jeimo
Eliminato 692 punti

Van Gogh

Era figlio di Theodorus Van Gogh sposato con Anna Cornelia Carbentus. Il 30 marzo 1853,esattamente per l’anniversario della morte di quello che sarebbe stato suo fratello maggiore, nacque il futuro pittore che verrà battezzato come Vincent Willem, esattamente con lo stesso nome del fratellino defunto. Ne seguiranno poi altri cinque dei quali il terzo sarà molto legato a Vincent.
Dal 1861 al 1864 frequentò la scuola del paese, mentre dal seguente primo ottobre iniziò a frequentare la scuola di una delle città vicine ed è lì che apprese l’arte della pittura e del disegno. Nel 66 frequentò la scuola tecnica di Hannik ma nel 68,per problemi economici il padre lo fece tornare nella sua città natale,Zundert,senza aver finito gli studi.
Visto che Vincent non riuscì a concludere gli studi ed il suo rendimento scolastico era scarso il padre volle trovare al ragazzo un lavoro e così suo zio paterno chiamato anche lui Vincent detto “Cent” offrì lui di lavorare al suo negozio di antiquariato e così fu raccomandato alla Goupil & Co. Dove nel 1873 fu trasferito alla sua filiale di Brouxelles e a maggio a quella di Londra. Nel viaggio per Londra si fermò a Parigi dove rimase affascinato dalla sua arte. Nella capitale inglese si innamorò della figlia del proprietario della pensione in cui alloggiava Eugenia Loyer ed un giorno si dichiarò. A causa sua Vincent cadde in depressione,venne respinto dalla ragazza già fidanzata. Da quel momento trascurò il lavoro, si indirizzò verso la religione e dopo il suo trasferimento a Parigi frequentò musei e si appassionò all’arte olandese del seicento. Nel Natale del 1875 si licenziò sentendosi estraneo dall’impiego ed andò a trovare la famiglia ad Etten dove si innamorò della cugina,ma neanche quella volta fu corrisposto.

Poi fu la volta di Clasina Maria Hoornik detta Sien una prostituta che conobbe nel 1882. Aveva già una bambina ed era incinta di nuovo e Van Gogh decise che le avrebbe fatto da modella e dopo il parto si sposarono; dopo poco lui si ammalò di gonorrea e dopo un anno lasciò Sien,si trasferì nel nord dell’Olanda e l’anno successivo tornò a vivere con i genitori.
L’arte di Vincent non piaceva e non riusciva a guadagnare e così veniva mantenuto dal fratello Theo che gli pagava il materiale per disegnare.
Vincent decide di suicidarsi la sera del 27 luglio del 1890 sparandosi con una rivoltella al petto.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Artistica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email