Ominide 60 punti

Futurismo nel fascismo


Il futurismo è stato fondato molto prima della nascita del Partito Nazionale Fascista avvenuta nel 1921, perciò è il futurismo che ha influenzato il fascismo. In seguito, quando il partito fascista cominciò a salire al potere, il gruppo futurista di Marinetti aderì al fascismo, ma poi si trovò in netta contrapposizione con la politica del regime. Ecco le principali differenze di idee tra futurismo e fascismo:
Attraverso l'appello agli studenti italiani del 1912 Marinetti spiega le sue idee riguardanti l'istruzione scolastica: una scuola dove la gerarchia istituzionale e accademica viene abolita, in favore di un incontro più equo fra professori e studenti, mentre il fascismo era rigido e severo nell’educazione.
Le parole famiglia, patria, dio, divennero dei capisaldi della politica fascista. Nulla a che vedere con le idee espresse da Marinetti nel Manifesto del Partito Futurista Italiano del 1918 ove si proclamava più diritti per le coppie di fatto, abolizione dei diritti sull’ereditarietà, pari diritti fra uomo e donna e svalutazione del matrimonio, e dove l'idea patriottica, il così definito “Patriottismo Futurista”, parla di un’ idea di “fratellanza”. Nell’ambito della religione vi sono grandissime differenze: il Partito Futurista sosteneva uno Stato completamente laico, libero dall’influenza del Vaticano, mentre con i Patti Lateranensi del 1929 Mussolini dimostrò di avere idee completamente diverse.
Marinetti inoltre aveva contestato sin dall'inizio l'entrata in guerra al fianco della Germania.
Hai bisogno di aiuto in Educazione Artistica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email