Ominide 146 punti

L'espressionismo


-Corrente artistica che nasce in Germania nel 1905.
-Gli espressionisti rifiutano l'eleganza dell'Art nouveau e rappresentano la sofferta condizione dell'uomo moderno, criticando la società borghese priva di valori morali,che stava per precipitare nella tragedia della Prima Guerra mondiale.
-Il movimento espressionista è stato influenzato dalla pittura di Van Gogh e soprattutto da Munch, la cui opera più famosa è "l'urlo", che ci trasmette l'angoscia e la solitudine che l'artista aveva provato nella sua vita per i numerosi lutti familiari. Il quadro mostra una creatura mostruosa che si tappa le orecchie per non sentire il suo stesso urlo, su una strada al tramonto; sullo sfondo i fiordi norvegesi e due amici del pittori che se ne stanno andando.
l'Espressionismo viene generalmente diviso in tre correnti:
1. "Die Brucke" (il ponte): l'esponente più importante è Kirchner che nel dipinto "Berlino, scena di strada" propone figure volutamente "brutte", allungate e spigolose, dipinte con colori violenti. Gli esseri umani sono come manichini, soli e senza umanità.
2."Cavaliere Azzurro": uno degli artisti più importanti è Marc, che dipingeva la natura e animali fantastici come simboli di un paradiso perduto. E:"Grandi cavalli azzurri".
3."Nuova Oggettività": che proponeva una forte satira sociale. Grosz nella sua opera "Eclissi di sole" accusa la classe dirigente tedesca e la ricca borghesia come responsabili del disastro seguito alla Prima Guerra mondiale e dell'ascesa al potere di Hitler. Nel quadro è rappresentata una riunione di governo:mentre sulla città c'è un'eclissi di sole(il simbolo del dollaro oscura la luce solare)siedono ad un tavolo alcuni politici senza la testa e un mostruoso generale con la spada insanguinata;alle sue spalle un ricco industriale gli suggerisce osa deve dire. L'asino con il paraocchi rappresenta il popolo che non vede l'inferno in cui sta per precipitare.

Anche Otto Dix, che aveva vissuto direttamente l'esperienza della Prima Guerra mondiale, dipinge le tragiche conseguenze della guerra. Nel "Venditore di fiammiferi" mostra un povero mutilato che vende fiammiferi per la strada. Alcuni passanti, di cui scorgiamo solo le gambe, gli scivolano accanto senza fermarsi, ignorando la sua condizione e il suo dolore. Neanche il cagnolino ha rispetto per lui.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Artistica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email