Ominide 902 punti

LE TEORIE ECONOMICHE SETTECENTESCHE

Le trasformazioni culturali che avvenirono in Europa modificarono profondamente le teorie economiche
e ne provocarono un radicale rinnovamento.

MERCANTILISMO

teoria economica secondo la quale ciò che si trova alla BASE dell'economia è il commercio; le dottrine mercantilistiche erano:
- basate sul primato del commercio estero e delle industrie di lusso;
- Protette dal sistema doganale.

Con l'avvento delle teorie illuministe, il mercantilismo fu oggetto di critiche che ne rivelarono i punti deboli, venne quindi abbandonato e sostituito dalla teoria della fisiocrazia.

FISIOCRAZIA

E' una teoria economica che pone l'accento sull'importanza della natura. La tesi centrale di questa dottrina, sostenuta da Quesny,è che l'agricoltura è il fondamento di ogni altra attività economica, perché solo essa è in grado di produrre beni, mentre l' industria si limita a trasformarli e il commercio a distribuirli. Per favorire la crescita dell'economia, bisogna quindi incrementare la produzione agricola ed eliminare i vincoli che si opponevano a un libero sviluppo delle

forze produttive: eliminare le tariffe doganali, abolire i privilegi feudali, l'indivisibilità e l'inalienabilità
(una proprietà non poteva essere ceduta) dei patrimoni nobiliari ed ecclesiastici.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email