Ominide 11266 punti

Scambi con l'estero e bilancia dei pagamenti


I sistemi economici contemporanei sono economie aperte, ovvero economie che effettuano un ammontare più o meno cospicuo di scambi di merci, servizi e capitali con il resto del mondo. Vi sono altresì movimenti di persone, ovvero migrazioni, le quali a loro volta generano transazioni quando i migranti svolgono una qualche attività produttiva.
Le transazioni internazionali possono essere reali, quando riguardano merci e servizi, o finanziarie, quando concernono movimenti di capitali tra nazioni. Le prime determinano il contributo del settore estero alla dimensione del reddito; le seconde influenzano l'evoluzione giornaliera dei mercati valutari.
Tutte le transazioni internazionali vengono registrate in un documento contabile detto bilancia dei pagamenti, la quale si compone di tre sezioni: le partite correnti, i movimenti di capitale e i movimenti monetari compensativi. Le prime sono flussi aventi carattere ripetitivo e quindi stabile; i secondi hanno natura di variazioni di stock e possono essere alquanto volatili; gli ultimi corrispondono alle variazioni delle riserve ufficiali delle autorità monetarie.
La bilancia dei pagamenti è in equilibrio quando il saldo complessivo delle due prime sezioni è nullo. Quando ciò non accade si ha un surplus o un deficit: in tal caso si verificano trasferimenti di riserve tra le nazioni.
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017