Ominide 16919 punti

Il reddito


Un indice importante dei rapporti di classe è il reddito. Negli USA il "neoliberismo" sembra abbia lasciato in eredità un notevole spostamento di ricchezza a favore delle classi ricche, se è vero che tutti i lavoratori dipendenti negli anni '80 hanno perso in media il 10% del loro reddito e che l'1% dei cittadini col reddito più elevato controlla il 45% della liquidità nazionale. Si dice anche che la stratificazione sociale nel mondo contemporaneo dipende sempre meno dai rapporti economici di produzione o di mercato e sempre più da decisioni politiche. Lo Stato sociale ha cancellato le differenze di classe ? Per un verso, sembra di no, perché le misure sociali egualitarie convivono pur sempre, anche se non pacificamente, con il mercato e le sue diseguaglianze distributive, e perché le conquiste sociali realizzate negli ultimi decenni non sono irreversibili. Per un altro verso, un rimodellamento c'è stato, se è vero che negli ultimi anni le identità collettive si sono spesso costruite su temi nuovi (qualità della vita, ambiente, energia, diritti civili, ecc.). Altre volte invece la contraddizione sociale (conflitto sociale) è scoppiata a causa dell'esistenza di una nuova marginalità, propria di strati meno garantiti dall'intervento dello Stato. Sembra si possa dire in conclusione che: a) le società complesse di oggi presentano linee interne di frattura meno facilmente identificabili rispetto alle società industriali classiche; b) rispetto ai tempi in cui il ruolo nel processo produttivo determinava quasi automaticamente la collocazione sociale e la scelta ideologica, non esiste oggi una corrispondenza immediata tra strutture economiche e articolazioni sociali, né tra queste ultime e la dimensione politico-culturale; c) l'impetuosa crescita del terziario, specie avanzato, ha rivoluzionato radicalmente la stratificazione sociale. Sia dal punto di vista della formazione del PIL (prodotto interno lordo) che dell'occupazione, il settore dei servizi (terziario) ha ampiamente sopravanzato il settore industriale (secondario). Ciò si è verificato, evidentemente, nei paesi più sviluppati.
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email