Ominide 457 punti

Il giroconto e il bonifico bancario

Permettono entrambi di effettuare pagamenti a distanza tramite banca senza movimenti materiali di denaro.

Il giroconto bancario è un’operazione con cui il debitore (ordinante) dà incarico alla banca di trasferire una somma di denaro dal suo conto corrente a quello del creditore (beneficiario) (stessa banca). Può essere effettuato solo se sia l’ordinante che il beneficiario sono titolari di un c/c (presso stessa banca o banche diverse); l’operazione consiste in un trasferimento contabile di fonti, che determina:
-un addebito (sul c/c dell’ordinante);
-un accredito (sul c/c del beneficiario).

Il bonifico bancario è un’opreazione con cui il debitore (ordinante) dà incarico a una banca di trasferire a favore del creditore (beneficiario) una somma di denaro che viene addebitata nel suo c/c o versata per cassa (non stessa banca).

A differenza del giroconto, il bonifico può essere effettuato anche se l’ordinante o il beneficiario non hanno un c/c bancario.

Ordinante dispone il bonifico a banca dell’ordinante che addebita importo in c/c a ordinante
ordinante estingue il debito a beneficiario
banca dell’ordinante trasmette l’ordine a banca d’appoggio (rapporto regolamento in c/c)
banca d’appoggio accredita importo in c/c a benficiario

La Riba

Le aziende si avvalgono della rete di sportelli bancari anche per la riscossione dei loro crediti commerciali. Il servizio di riscossione più utilizzato è costituito dalle ricevute bancarie.
La disposizione d’incasso (ricevuta bancaria) consiste in un incarico, conferito da un’azienda a una banca, affinchè riscuota crediti verso propri clienti derivanti da operazioni comprovate da fatture.
La ricevuta bancaria è semplicemente un documento probatorio che attesta il pagamento di un debito effettuato tramite il sistema bancario.

Fasi della procedura Riba

-azienda creditrice inoltra alla sua banca (banca assuntrice) l’elenco dei crediti da riscuotere, indicando importi, scadenze, info dei debitori e le banche dove i debitori hanno chiesto di voler eseguire i pagamenti (banche domiciliarie);
-la banca assuntrice trasmette elettronicamente i dati relativi ai crediti da incassare alle sue dipendenze operanti sulle piazze dei debitori;
-ogni banca domiciliataria invia al debitore un avviso per rammentare il pagamento dovuto. Alla scadenza, riceve il pagamento del debitore o addebita il suo conto corrente;
-la banca assuntrice, in caso di buon fine del pagamento, accredita l’importo sul c/c del cliente. In caso di mancato buon fine, per insolvenza del debitore, lo comunica in breve tempo all’azienda creditrice.
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email