Ecco alcuni indicatori socio-economici per capire il benessere e l'economia di un Paese.
Analfabetismo: quota di persone che non sono istruite a causa dello scarso investimento di uno Stato nella cultura e nell'istruzione.
Disponibilità alimentari: dato espresso in calorie e proteine e calcolato per ogni singolo abitante.
Incremento annuo della popolazione: percentuale calcolata (positivamente o negativamente) rispetto alla popolazione iniziale di uno Stato.
Indice di libertà economica: dato elaborato dall'Heritage Foundation e calcolato in base alla politica commerciale e monetaria, ai diritti di proprietà, alle tasse, alla politica dei valori, agli investimenti stranieri e al mercato nero di uno Stato.
ISU (Indicatore di Sviluppo Umano): indicatore elaborato dal 1990 nel Programma delle Nazioni Unite seguendo 3 dati: il PIL pro capite, l'alfabetizzazione e la speranza di vita.
Numero di posti letto negli ospedali: indica la spesa dello Stato nella Sanità.

Numero di prodotti tecnologici e automobili: dati che aumentano la ricchezza di uno Stato.
PIL (Prodotto Interno Lordo): ricchezza prodotta da ogni Stato calcolata in base al numero degli abitanti e alla situazione politica ed economica di uno Stato.
PIL pro capite: dato che si ottiene dividendo il PIL per il numero degli abitanti.
Speranza di vita: dato che indica il numero medio di anni di vita di un abitante.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email