Ominide 7321 punti

I soggetti dell'attività economica e finanziaria pubblica


L'attività economica e finanziaria pubblica è svolta da diversi soggetti e a diversi livelli, così come a diversi soggetti e a diversi livelli fanno capo il governo del territorio e la cura degli interessi pubblici. A livello nazionale opera lo Stato, l'ente sovrano che aggrega tutto il popolo e tutto il territorio in un unico ordinamento giuridico-politico, e gestisce risorse per provvedere ai fini che riguardano l'intera nazione. A livello regionale e locale operano gli enti territoriali, i quali aggregano le collettività residenti nei rispettivi territori e svolgono attività politica e amministrativa per realizzarne i differenziati bisogni. Nel nostro Paese, come in tutti gli Stati fondati su principi di pluralismo e di decentramento, gli enti territoriali godono di un'ampia autonomia perché sono espressione diretta delle rispettive collettività e ne rappresentano gli interessi. Il sistema delle autonomie territoriali si articola su tre livelli: regionale, provinciale e comunale. Ogni Regione, Provincia o Comune è soggetto di attività economica e finanziaria, in quanto gestisce autonomamente e secondo un proprio bilancio le risorse di cui dispone per la realizzazione dei fini di interesse pubblico di sua competenza. Vedremo poi in che modo viene assicurato il coordinamento fra l'attività finanziaria degli enti territoriali e quella dello Stato. Lo Stato e gli enti territoriali non sono gli unici soggetti di attività economico-finanziaria. Il governo del territorio, sia a livello nazionale sia a livello regionale e locale, comporta un'ampia gamma di funzioni e servizi che si svolgono nei più diversi settori della vita economica e sociale. Per assolvere a tali compiti lo Stato e gli enti territoriali si avvalgono di enti pubblici con autonoma personalità giuridica, istituiti con apposite leggi per provvedere a determinati e specifici fini di interesse pubblico (enti istituzionali).
A differenza degli enti territoriali, che hanno finalità generali, in quanto curano tutti gli interessi delle rispettive popolazioni, gli enti istituzionali hanno una sfera di attività definita, circoscritta agli interessi pubblici che sono stati loro affidati dalla legge (previdenza, assistenza, sanità, ricerca scientifica, istruzione ecc.). Per il conseguimento dei propri specifici fini essi gestiscono risorse finanziarie, acquisite nei modi previsti dalle leggi che li riguardano. Gli enti istituzionali operano a livello nazionale, regionale o locale, a seconda delle rispettive competenze. Per esempio, l'Inps è un ente nazionale; gli Enti regionali di sviluppo hanno competenza nell'ambito della Regione; le Asl svolgono le loro funzioni a livello locale. L'attività degli enti istituzionali ha una grande importanza soprattutto nei settori della sanità, dell'assistenza e della previdenza. La gestione di risorse in questi campi è strumento essenziale per l'attuazione dei fini di protezione sociale che caratterizzano le democrazie contemporanee e costituisce una delle più rilevanti voci di spesa del settore pubblico.
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email