Nyxante di Nyxante
Ominide 325 punti

La classificazione dei diritti soggettivi


I diritti soggettivi subiscono diverse classificazioni in base a verso chi possono essere esercitati, che tipo di valore proteggono e se possono essere trasmessi:

-Diritti assoluti: i diritti assoluti sono i diritti che si possono far valere verso tutti i soggetti;

-Diritti relativi: i diritti relativi possono essere esercitati solo per un soggetto o un determinato insieme di soggetti;

-Diritti patrimoniali: i diritti patrimoniali sono i diritti che riguardano la sfera economica del soggetto e si dividono in:

    -Diritti reali, cioè che si interessano ai beni materiali;
    -Diritti di obbligazione, cioè sono quelli in base ai quali un soggetto può richiedere una determinata prestazione da un altro individuo.
-Diritti non patrimoniali: i diritti non patrimoniali riguardano le situazioni giuridiche al di fuori della sfera economica e che perciò si originano da una natura personale del soggetto. Il diritto non patrimoniale più importante è il diritto all'immagine, infatti una persona deve dare un consenso scritto per autorizzare la diffusione di immagini personali. Ciò non accade solo in particolari situazioni, cioè per motivi di polizia - la persona suddetta è un ricercato e le autorità devono far conoscere alla popolazione l'immagine del criminale - , quando la persona è un personaggio notorio o un politico e quando c'è un collegamento con eventi svolti in pubblico come ad esempio una partita allo stadio.

-Diritti trasmissibili: i diritti trasmissibili comprendono tutti i diritti patrimoniali che possono perciò essere trasmessi tramite testamento o donazione;

-Diritti intrasmissibili: i diritti intrasmissibili comprendono i diritti non patrimoniali che quindi non possono essere trasmessi da un soggetto all'altro.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email