Questo appunto contiene un allegato
Petrolio - Le caratteristiche scaricato 4 volte

Il petrolio

Il petrolio e' la fonte energetica più utilizzata nel mondo, i primi pozzi petroliferi furono perforati nel 1850 negli Stati Uniti d'America. La formazione del petrolio è avvenuta con il seppellimento di organismi marini, in seguito alla sepoltura e alle pressioni elevate gli organismi diventano rocce sedimentarie, invece i resti diventano idrocarburi liquidi o gassosi come il metano. Tra le rocce gli idrocarburi salgono, ma trovano altri strati di roccia impermeabile, così si formano le trappole petrolifere. Per estrarre il petrolio si usano piattaforme che possono essere galleggianti, sommergibili oppure fissare ai fondali. Il petrolio estratto viene messo in dei serbatoi dove i frammenti di roccia si depositano sul fondo, dopo questo passaggio avviene il trasporto attraverso gli oleodotti, lungo gli oleodotti ci sono stazioni di pompaggio che spingono il petrolio nei tubi, essi servono anche per prevedere ogni tipo di guasto o perdita fino ad arrivare alle petroliere che risiedono nei porti più vicini. Il petrolio è un'energia non rinnovabile, impermeabile ed è un liquido che invece di affondare galleggia. Il suo scarto (lo scarto del petrolio viene chiamato Bitume o Catrame) viene usato per fare le strade.

Il petrolio si rende utilizzabile dopo il processo nelle raffinerie (impianti industriali che occupano superfici molto vaste situate generalmente in aree costiere). Infine viene inviato alle torri di frazionamento dove il miscuglio viene separato.
Il petrolio viene utilizzato come carburante per i mezzi di trasporto, per il riscaldamento e produzione di energia combustibile. Inoltre i prodotti derivanti dal petrolio costituiscono la materia prima per la produzione delle principali materie plastiche e delle fibre sintetiche.

Hai bisogno di aiuto in Organica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017