Ominide 850 punti
Questo appunto contiene un allegato
Passaggi di stato - La fusione scaricato 3 volte

FUSIONE: è il passaggio dallo stato solido allo stato liquido. Nel parlare di Fusione, dobbiamo fare una prima distinzione tra SOLIDI CRISTALLINI e SOLIDI AMORFI.
I Solidi cristallini, sono solidi che presentano una struttura regolare, dove gli atomi sono situati ai vertici di un cubo, e i lati sono come mollette che permettono agli atomi solo piccole vibrazioni.
I Solidi Amorfi, sono solidi in cui le molecole hanno una distribuzione casuale.

FUSIONE-Solidi Cristallini:

Quando somministriamo calore ad una sostanza, il passaggio dallo stato solido allo stato liquido non è immediato; ad esempio, se prendiamo alcuni blocchetti di oro, acciaio, e alluminio, e li mettiamo in un altro forno, questi non fonderanno subito, ma inizieranno a fondere solo dopo aver raggiunto una determinata temperatura, detta temperatura di FUSIONE; quindi:
Una sostanza inizia a fondere solo dopo aver raggiunto la TEMPERATURA DI FUSIONE

Dal punto di vista grafico:
Mettiamo sugli assi cartesiani la temperatura
raggiunta e il calore fornito.
Supponiamo una temperatura iniziale ( 0°C)
Forniamo calore, e la temperatura aumenta,
sino alla temperatura di fusione.
A questo punto avremo uno stato in cui la
la temperatura rimarrà costante, e avremo la presenza sia dello stato solido che di quello liquido.

Il calore latente di fusione, è quel calore che
Q_1-Q_2=Calore Latente di Fusione
Non produce aumento di temperatura, ma
Che serve per indebolire i legami della materia
allo stato solido, così che possa arrivare allo stato liquido.

Cambiando le condizioni di pressione, la temperatura di fusione varia:
SE LA PRESSIONE DIMINUISCE, LA TEMPERATURA DIMINUISCE
In effetti c’è bisogno di fornire meno calore, e questo è dovuto al fatto che, diminuendo la pressione, diminuisce la forza che agisce sulla sostanza, e i legami interni sono meno resistenti.

L’unica eccezione è l’acqua:
per capire perché, basta fare questo esperimento:
Consideriamo un blocco di ghiaccio poggiato su
Due blocchetti, a -3°C, e 1 atm.
Abbiamo un filo metallico poggiato su di esso, e
Alle sue estremità vi sono due pesetti consistenti.
Avremo che sul ghiaccio agirà una pressione pari
Alla somma della p atm e della p dei pesetti.
Il ghiaccio sotto il filo riesce a liquefare, e questo
Perché:

Nell’acqua, la temperatura di fusione diminuisce all’aumentare della pressione.

FUSIONE-Solidi Amorfi

Nei solidi amorfi, la fusione avviene in un altro modo;
Infatti la fusione in questi solidi è detta FUSIONE PASTOSA, e questo perché:

La temperatura di fusione non esiste
La fusione ha inizio già da quando iniziamo a fornire calore alla sostanza: sin da subito i legami iniziano ad indebolirsi.
Sin da subito ha inizio la fase pastosa, che è una fase intermedia, caratterizzata dal fatto che la materia non si trova né allo stato solido, né a quello liquido.
un esempio di solido amorfo è il vetro

Hai bisogno di aiuto in Organica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove