Una soluzione è un miscuglio omogeneo di due o più componenti le cui particelle sono uniformemente distribuite in tutto il volume che occupano.
Soluzioni solide: miscuglio omogeneo di due o più metalli realizzato allo stato di fuso e poi solidificato.
Soluzioni aeriformi: miscugli di gas.
Soluzioni liquide: miscugli di solidi, liquidi e gas disciolti in un liquido.
I solventi polari (liquidi formati da molecole polari) sono ottimi solventi di molecole polari e di solidi ionici.
I solventi non polari sono ottimi solventi di liquidi e solidi non polari.
Una soluzione si dice satura quando contiene la massima quantità di soluto che il solvente è in grado di sciogliere.
Il corpo di fondo è il soluto indisciolto in un una soluzione satura.
Una soluzione si dice concentrata quando la quantità di soluto disciolto è prossima alla saturazione, quando questa è notevolmente inferiore la soluzione si dice diluita.

Una soluzione è soprasatura quando contiene una quantità di soluto disciolto superiore alla quantità di equilibrio.
La solubilità di una sostanza è la massa (g) che, ad una certa temperatura, si trova sciolta in 100 g di solvente quando la soluzione è satura.
La solubilità della maggior parte dei solidi è direttamente proporzionale alla temperatura, nei gas è inversamente proporzionale alla temperatura.
I gas che a contatto con l’acqua non formano legami chimici con l’acqua sono in equilibrio dinamico con essa quando il numero di particelle di gas che passa in soluzione è uguale al numero che sfuggono dalla soluzione. La soluzione si dirà satura di gas.
La solubilità di un gas in un liquido è proporzionale alla sua pressione parziale secondo la formula: C=kP
La solubilità di un gas che reagisce con l’acqua è maggiore rispetto a quella di un gas che non forma legami con l’acqua.
I processi che portano ad una soluzione acquosa sono tre:
La solubilizzazione che coinvolge composti che liberano molecole intere, quindi neutre, in acqua, queste soluzioni non sono buoni conduttori di elettricità.
La ionizzazione che coinvolge composti formati da molecole polari che una volta in acqua generano ioni che prima non erano presenti, queste soluzioni sono buoni conduttori di elettricità.
La dissociazione coinvolge i solidi ionici, l’acqua rompendo i reticoli cristallini produce ioni idrati che conservano la carica del rispettivo ione.
Si dicono elettroliti le sostanze che disciolte in acqua producono ioni positivi o negativi mediante ionizzazione o dissociazione.
La concentrazione esprime la quantità di soluto presente in una determinata quantità di solvente o soluzione.
Le proprietà colligative dipendono dal numero di particelle di soluto presenti nel solvente.

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email