Ominide 76 punti
Questo appunto contiene un allegato
Schema Nomenclatura scaricato 1 volte

Nomenclatura tradizionale e IUPAC


Il principio di assegnazione di un nome può variare, ma solitamente esso è basato su convenzioni relative all'ambiente in cui si sta agendo.
Gli elementi chimici, raccolti e classificati nella tavola periodica, sono numerosi: 118, tra naturali e artificiali. Combinandosi tra loro, essi costituiscono un numero praticamente infinito di composti, un vero e proprio “mare” di molecole diverse. Per poter identificare in modo univoco ognuna di queste è stato istituito un codice in grado di identificare in maniera chiara ognuna di queste molecole, al contrario dei sistemi precedenti che creavano molta confusione soprattutto dal momento in cui si utilizzano stessi atomi ma in rapporti stechiometrici differenti per ottenere composti differenti.
Esistono principalmente due metodi di classificazione:
    Nomenclatura tradizionale, che utilizza suffissi e prefissi per descrivere le caratteristiche chimiche delle diverse molecole.
    Nomenclatura IUPAC*, che descrive la molecola sulla base della sua composizione in atomi, ovvero rispecchia la formula bruta, evidenziando gli elementi contenuti nella sostanza (es. H2O per l’acqua).
Dalle formule ai nomi dei composti:
1) Riconoscere classi di composti dalla formula
Per dare un nome a una formula chimica dobbiamo:
    identificare dalla formula a quale classe di composti appartiene;
    applicare le regole di nomenclatura tradizionale o IUPAC.
2) Applicare le regole di nomenclatura
Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email