Ominide 850 punti
Questo appunto contiene un allegato
Modello atomico di Rutherford scaricato 26 volte

IL MODELLO ATOMICO DI RUTHERFORD

L’atomo è formato da particelle fondamentali che sono gli elettroni, i neutroni e i protoni; il nucleo ha un volume molto più piccolo rispetto al volume complessivo dell’atomo, e qui è concentrata la massa dell’atomo, ed ecco spiegata l’elevata densità del nucleo. Il protone presenta carica e massa positiva, (ha una carica unitaria pari a +1), mentre l’elettrone ha una massa molto leggera, quasi trascurabile e una carica unitaria pari a -1, pertanto l’atomo presenta una carica neutra, avendo, appunto, lo stesso numero di neutroni e protoni.
L’atomo che è stato descritto non è altro che il modello atomico di Rutherford, dove al centro si trovano le cariche positive e intorno le cariche negative. Quindi si sa che gli elettroni ruotano intorno al nucleo, e questo perché secondo la meccanica classica vi è equilibrio tra la forza centrifuga e quella centripeta; Questo modello tuttavia non teneva conto del fatto che una particella in movimento deve emettere energia, quindi gli elettroni in movimento devono emettere energia a scapito della loro velocità, quindi secondo la teoria della fisica classica l’elettrone doveva compiere un movimento a spirale, e doveva finire con l’essere catturato dal nucleo, ma tutto questo non si verificava. Quindi il modello atomico di Rutherford non andava bene, proprio perché, essendo l’elettrone una carica in movimento, doveva emettere energia.

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove